I consigli dell'esperto per conservare la carne correttamente

Ecco le regole d'ore per la conservazione della carne, essenziali per trattare correttamente questo alimento ed evitare sprechi.

tagliere con tipi di carne come conservare la carne cruda

Foto Shutterstock | Tatjana Baibakova

Come conservare la carne correttamente, dopo averla comprata e portata a casa? Ecco quali sono le regole d’oro per la conservazione della carne prima di essere consumata, ad esempio per secondi piatti sfiziosi. Ovviamente è possibile mantenere la carne in frigo per brevi periodi, ossia per qualche giorno. Mentre sarà meglio usare il freezer per lungi periodi di conservazione, ma ricordando sempre di consumarla entro una data precisa. Scopriamone di più.

Come conservare la carne in maniera corretta

Prima di tutto occorre leggere bene l’etichetta riportata sulla confezione della carne, quindi rispettare le date di scadenza e il metodo di conservazione indicato.

Conservate in frigo la carne rossa, compresa quella usata per le scaloppine, per 2, massimo 3 giorni se in pezzo intero. Mentre la carne bianca come quella di pollo con cui fare piatti leggeri e saporiti, per uno, massimo due giorni. La temperatura del frigo dovrà essere al massimo di 4 gradi, per questo è meglio riporre la carne nel piano inferiore del frigorifero. In questo modo si conserverà meglio più a lungo.

Infine congelate la carne prima della sua scadenza, ponetela all’interno di appositi sacchetti e ponete in freezer a una temperatura inferiore ai -18 gradi. Applicate una etichetta con il nome del cibo e la data di congelamento, perché la carne in freezer deve essere consumata entro sei mesi.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.