Flavio Briatore è dimagrito così: la dieta del grande imprenditore

Flavio Briatore quale dieta

La dieta di Flavio Briatore: come ha fatto l'imprenditore a dimagrire (Fonte: Ansa - Buttalapasta.it)

Flavio Briatore, che cambiamento: quale dieta ha seguito l’imprenditore per perdere peso e tornare in forma? Scopriamola insieme!

Nell’ultimo periodo il noto imprenditore Flavio Briatore ha lasciato tutti di stucco comparendo sul piccolo schermo completamente trasformato nel corso di diverse trasmissioni in cui ha partecipato come ospite ed opinionista in studio. A lasciare i telespettatori senza parole è stato ovviamente il suo drastico dimagrimento.

Inevitabile, quindi, domandarsi che dieta abbia seguito per riuscire a perdere così tanti chili in un lasso di tempo relativamente ridotto.

Sei curioso di sapere anche tu quale regime alimentare ha deciso di seguire Briatore? Allora continua subito a leggere il nostro articolo di oggi. Tra poco, infatti, andremo a svelare tutti i segreti della sua dieta.

La dieta di Flavio Briatore: come ha fatto l’imprenditore ha dimagrire

Ha lasciato tutti i telespettatori senza parole l’imprenditore Flavio Briatore che nelle ultime settimane è apparso in diverse trasmissioni televisive completamente trasformato. A non passare inosservato, ovviamente, è stato il suo notevole dimagrimento, alla cui base ci sarebbe stata una dieta ben precisa. Il cosiddetto digiuno intermittente. Scopriamo che cos’è e come funziona.

Flavio Briatore dieta dimagrante

Flavio Briatore: quale dieta ha seguito per dimagrire (Fonte: Ansa – Buttalapasta.it)

Di fatto, si tratta di una pratica alimentare che prevede una fase di digiuno seguita da una fase di consumo regolare di cibo. Nel caso specifico di Briatore, l’imprenditore avrebbe parlato di un intervallo di digiuno di 16 ore tra un pasto e l’altro.

Tuttavia, è bene chiarire che esistono diversi approcci al digiuno intermittente, anche se il principio basilare resta l’alternanza tra momenti di digiuno e momenti di alimentazione. Ad ogni modo, gli intervalli di astinenza dal cibo possono variare sensibilmente, andando da un minimo di 12 ore ad un massimo di 40.

Durante i periodi di digiuno si possono consumare solo acqua, caffè non zuccherato ed altre bevande ipocaloriche. Per quanto riguarda le fasi di alimentazione, non ci sono particolari restrizioni né in termini di tipologia di cibo né di quantità. Ed è stato forse questo l’aspetto che più di tutti insieme alla flessibilità ha suscitato grande interesse ed attrattiva in tantissime persone, compresi anche molti vip. Ciò non toglie, però, che si tratta di un regime alimentare che a lungo andare può avere degli effetti negativi sull’organismo.

Per questo motivo, prima di intraprendere qualsiasi iniziativa in questa direzione, è fondamentale consultare uno specialista affinché possa consigliarci il giusto percorso da seguire. Sì, perché proprio come tutte le altre diete anche il digiuno intermittente non è adatto a qualsiasi soggetto.

La sua efficacia, infatti, dipende dalle condizioni cliniche del paziente e, quindi, dal suo stato di salute, dal peso iniziale, dal sesso, dall’età e dallo stile di vita. Per non correre rischi è bene dunque rivolgersi ad un dietologo o ad un nutrizionista professionista.

Parole di Veronica Elia

Potrebbe interessarti