Pomodoro, il re delle conserve siciliane

Conserva di pomodoro in barattoli di vetro su tavolo di legno

Foto Shutterstock | teatian

Se vi è capitato di andare in vacanza in Sicilia nel periodo estivo vi sarete senz’altro imbattuti o avrete sentito parlare della sacralità del rito delle conserve. Potrebbe anche sembrarvi un’esagerazione accostare quell’aggettivo alla preparazione di qualcosa da mangiare, ma da quelli parti conservare il cibo equivale quasi a conservare una tradizione.

Preparare, anzi, “fare il pomodoro” in Sicilia è un rito che, per quanto ancora molto presente, non è così vivo come lo era qualche decennio fa. Tuttavia, per molte famiglia preparare le conserve di pomodoro equivale ancora oggi a delle giornate di festa che, seppur faticose, trasformano intere famiglie in un laboratorio culinario dove ognuno ha un compito preciso.

Persino i bambini, spesso, vengono coinvolti anche solo per “spiricuddare” i pomodori freschi. I prodotti di quelle giornate sono patrimonio del gusto: la salsa di pomodoro, “i ciappiri” – che altro non sono che pomodorini essiccati – fino al gustosissimo “strattu”, il concentrato di pomodoro.  Gli ingredienti? Il pomodoro è il re. E poi, servono sale, tanto sole e un pizzico di pazienza.

Qualcuno ha ben pensato di portare quegli stessi sapori anche sulle tavole di chi conduce una vita frenetica e non ha tempo e modo di dedicarsi all’arte delle conserve.

Tra questi c’è anche Naturosa – marchio che riunisce oltre 400 produttori agricoli siciliani – che ha dato vita a una linea di conserve gustose e genuine. Le abbiamo provate anche noi e abbiamo stilato la nostra Top 3.

1. Salsa di pomodoro ciliegino

Non c’era modo migliore di conservare il profumo d’estate e sentirlo tornare prepotentemente ogni volta che si apre una di queste iconiche bottigliette con la salsa pronta di ciliegino. Oltre che essere buonissima, è anche pratica da utilizzare: si adatta a qualsiasi tipo di cucina, da quella più tradizionale alla più estrosa.

2. Ciappiri ri pummaroru

O se non avete dimestichezza col dialetto siciliano, chiamateli semplicemente pomodorini essiccati conservati sott’olio. Sono ottimi per creare degli aperitivi sfiziosi, come dei semplici crostini, ma si prestano alla fantasia delle ricette più elaborate.

3. Caponata Siciliana

Sul podio sale la caponata siciliana. È vero, qui la salsa di pomodoro ciliegino è la co-protagonista del gusto, perché va ad abbracciare peperoni, melanzane, cipolle, olive, sedano e capperi. Ne viene fuori un capolavoro dalla consistenza vellutata e dal sapore intenso che potrete mangiare da sola o accompagnandola a secondi di carne o pesce.

Insomma, basta davvero poco per portare a tavola tutti i profumi delle estati siciliane e rivivere l’emozione di ritrovarsi con la famiglia, per condividere tutto il gusto della vita.