Cappone ripieno

Cappone ripieno

Foto Shutterstock | vkuslandia

  • media
  • 4 ore
  • 8 Persone
  • 400/porzione

Vi proponiamo una gustosa ricetta per il cappone ripieno un secondo piatto perfetto per il pranzo di Natale. Il cappone è un gallo castrato, poi fatto ingrassare e venduto quando ha raggiunto l’età di 6 mesi. In genere l’allevamento dei capponi è molto più curato di quello dei polli normali, e i capponi sono lasciati crescere molto più a lungo dei suddetti polli, quindi questo tipo di volatili sono prodotti di ottima qualità. I capponi sono purtroppo disponibili in genere solo durante il periodo natalizio, per cui vi suggeriamo di acquistarli quando li trovate e surgelarli per averli disponibili anche in altre occasioni. Se non avete mai assaggiato un cappone provate a cucinarlo con questa ricetta oppure semplicemente arrostito o lessato, e avrete la possibilità di gustare un pollo autentico, avente un peso di oltre 2 kg.

Ingredienti

  • cappone disossato completamente 1
  • panna liquida 1/2 litro
  • carne tritata di vitello 300 gr
  • pane in cassetta senza crosta 7 fette
  • castagne bollite 100 gr
  • grana grattugiato 100 gr
  • albumi 4
  • aglio 3 spicchi
  • pinoli 80 gr
  • uvetta 3 spicchi
  • sedano 2 gambi
  • cipolle medie 2
  • brandy q.b.
  • vino bianco secco q.b.
  • rosmarino 1 rametto
  • prezzemolo 30 gr
  • salvia 30 gr
  • olio di oliva extra vergine q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Preparazione

  1. Ammollate l'uvetta in poco brandy per almeno una mezz'ora.

  2. Bruciate il cappone per eliminare ogni traccia di peluria, poi raschiate delicatamente la pelle e pulitelo con un telo umido

  3. Aprite il cappone lungo la schiena, deponetelo su un foglio di carta da forno, copritelo con un altro foglio di carta e battetelo con il batticarne per ottenere una fetta di spessore uniforme e mettetelo da parte

  4. Versate nel vaso di un mixer la carne di vitello, il pane tagliato a pezzetti e la panna liquida

  5. Fatelo andare fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo

  6. Salate e pepate

  7. Mettete il composto ottenuto in una ciotola

  8. Unite al composto l'uvetta scolata dal brandy, i pinoli, il grana e gli albumi

  9. Mescolate bene il tutto per amalgamare i vari ingredienti e mettete da parte

  10. Pulite le erbe aromatiche e l'aglio, lavatele e tritatele finemente

  11. Prendete il cappone e eliminate il foglio superiore di carta da forno

  12. Salatelo e pepatelo, poi distribuiteci sopra il trito di erbe aromatiche e aglio

  13. Spalmate il composto a base di carne, preparato in precedenza, sul cappone in modo uniforme, deponete al centro le castagne, quindi aiutandovi con la carta forno arrotolatelo, infine avvolgetelo con la medesima carta forno e usando dello spago da cucina legatelo strettamente

  14. Deponete il cappone su una teglia non troppo grande unta con un po' di olio d'oliva

  15. Pulite il sedano e le cipolle, tagliate il tutto a pezzi e distribuitelo nella teglia contente il cappone

  16. Bagnate con un filo di olio e infornate nel forno caldo a 200 gradi

  17. Cuocete per circa un'ora e mezza, ricordandovi di girare il cappone ogni mezzora

  18. Togliete il cappone dalla teglia, mettete quest'ultima sul fuoco dopo averci versato mezzo bicchiere di vino bianco

  19. Fate cuocere mescolando per qualche minuto per sciogliere tutte le incrostazioni prodotte durante la cottura

  20. Filtrate la salsina ottenuta e tenetela da parte al caldo

  21. Sfasciate il cappone, tagliatelo a fette e servitelo cosparso dalla salsina ottenuta dal fondo di cottura

Cappone ripieno: le varianti della ricetta

Nella ricetta presentata sopra il ripieno del cappone è a base di carne e castagne, ma potete variarlo a piacere, per esempio invece delle castagne potete usare delle strisce di prosciutto o lingua salmistrata o di carne di maiale. Se invece preferite un piatto più leggero potete usare delle farciture a base di riso e di verdure, altrimenti potrete riempirlo con le prelibatezze della tradizione culinaria della vostra regione. Il cappone farcito può essere preparato anche disossandolo solo parzialmente, cioè lasciando le ossa delle cosce e delle ali; in questo caso non avrete una specie di grande fetta di carne da arrotolare, ma una tasca da riempire con la farcia e gli altri ingredienti scelti. Se non avete un pollivendolo di fiducia che si occupi del disossamento farcite il cappone intero, cucite le aperture con filo bianco e poi arrostitelo in forno senza fasciarlo con la carta forno. Il cappone ripieno può essere anche lessato invece di essere cotto al forno, però in questo caso dovrete usare uno strofinaccio pulito per fasciarlo invece della carta. Se preferite questa cottura per il cappone provate la classica ricetta della galantina di cappone dell’Artusi.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Parole di GIeGI

GIeGI è stata collaboratrice di Buttalapasta dal 2008 al 2013, spaziando tra tutte le tipologie di ricette, con un occhio di riguardo a quelle della tradizione regionale.