Cardi in pastella

Pastella per fritti con i cardi

Foto Shutterstock | denio109

  • facile
  • 40 minuti
  • 4 Persone
  • 155/porzione

Ricetta per preparare i cardi in pastella, un piatto che per tradizione si prepara il 19 marzo in occasione della festa del papà. I cardi appartengono alla famiglia dei carciofi ma dal sapore più amarognolo. I cardi fritti sono una ricetta tipica di varie regioni italiane: a Roma vengono ad esempio chiamati “gobbi” mentre in Sicilia sono noti come “carduna”; sono i protagonisti di molte preparazioni culinarie. Quelli in pastella sono buonissimi e facili da preparare.

Ingredienti

  • 4 cardi
  • 3 uova
  • 1 limone
  • 20 gr di lievito di birra
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • 200 gr di farina bianca 00
  • Olio di semi (per friggere)
  • Un pizzico di zucchero

cardi in pastella

Preparazione

  1. Per preparare la pastella mettete in una ciotolina 250 gr di acqua calda e fate sciogliere il lievito di birra.
  2. Aggiungete la farina e le uova, mescolate bene in modo che non si formino i grumi.
  3. Se volete unite anche un pizzico di zucchero.
  4. Fate riposare la pastella per almeno 20 minuti e nel frattempo pulite i cardi.
  5. Lavateli bene e poi lessateli in abbondante acqua salata a cui avrete aggiunto il succo di un limone.
  6. Per attenuare il sapore amarognolo dei cardi mettete anche un cucchiaio di farina nell'acqua di bollitura
  7. Quando i cardi saranno pronti asciugateli con della carta da cucina e poi passateli in pastella.
  8. In una padella antiaderente mettete l’olio di semi e fatelo scaldare.
  9. Quando sarà giunto alla temperatura giusta friggete i cardi uno alla volta e poi adagiateli su un piatto coperto da carta da cucina per eliminare l’olio in eccesso.
  10. Servite i cardi in pastella ben caldi.
 
Foto di Giulio Marguglio

Parole di Serena Vasta

Serena Vasta è stata collaboratrice di Pourfemme e di Buttalapasta dal 2008 al 2019, occupandosi principalmente di tematiche relative alla cucina e alla casa, con qualche incursione nella salute e benessere.