Coniglio con uva e vino in padella

coniglio alluva

  • default-difficolta
  • default-
  • 1 Persone
  • n.d.

coniglio alluva Ricetta di coniglio tipicamente autunnale questa, con uva bianca e sfumatura di vino da cuocere in padella senza troppi sforzi per portare in tavola un secondo piatto di carne un poco diverso dal solito. L’accostamento è azzeccato e vincente e, se non lo hai ancora provato, segui questa ricetta facile e cimentati nel presentare questa pietanza durante un pranzo in famiglia o per la prossima festa con gli amici.  

Ingredienti

  • 1 coniglio già tagliato a pezzi
  • 2 grappoli di uva bianca piuttosto grandi
  • 2 scalogni medi
  • 1 cucchiaio di amido di mais
  • 500 ml di vino bianco secco
  • 1 limone
  • 25 g di burro
  • 1 presa di sale
  • 1 grattugiata di noce moscata
  • 1 pizzico di pepe


Preparazione

  1. Elimina la buccia agli scalogni e tritali. Mettili in un tegame con il burro e fai imbiondire.
  2. Aggiungi i pezzi di coniglio e fai insaporire girandolo spesso in modo che si rosoli uniformemente.
  3. Bagna tutto col vino bianco e regola con il sale, il pepe e la noce moscata.
  4. Fai cucinare per un’oretta a fuoco dolce mettendo anche un coperchio.
  5. Spremi il limone e nel succo ottenuto fai sciogliere la maizena aggiungendo uno o due cucchiai di acqua.
  6. Aggiungi questa miscela nella pentola col coniglio insieme agli acini dell’uva tolti dal grappolo.
  7. Lascia prendere bene di calore e dopo circa dieci minuti spegni e servi il coniglio nel piatto di portata irrorato dalla salsa di cottura.
 
Per un’idea in più sulla tua tavola prova ad accompagnare il coniglio con dei muffin allo scalogno fragranti e squisiti.  
E se vuoi sapere di più sulla cottura del coniglio e su altre ricette che lo prevedono, clicca qui.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere