Cozze gratinate

cozze gratinate al forno

Foto Shutterstock | KANGIITALY

  • facile
  • 40 minuti
  • 4 Persone
  • 238/porzione

Le cozze gratinate al forno sono un antipasto di mare facile e veloce da fare ma molto gustoso, che viene proposto nei menu delle feste e mette d’accordo tutti grazie alla sua bontà. Qui trovate la ricetta originale delle cozze gratinate al pomodoro fatte al forno, croccanti e succulente. Ma proseguendo nella lettura trovate anche le varianti alla pugliese (con le uova) e poi ancora alla tarantina (senza pomodoro) oppure bianche alla siciliana, con aggiunta di pecorino, capperi e pinoli. E per chi non ha voglia di accendere il forno proponiamo anche la variante in padella.

Ingredienti

  • Cozze 1 kg
  • Prezzemolo fresco 3 cucchiai
  • Aglio 2 spicchi
  • Pomodori maturi 100 gr
  • Olio extra vergine d’oliva qb
  • Briciole di pane 200 gr
  • pepe qb

Preparazione

  1. Pulite le cozze e fatele aprire seguendo le nostre indicazioni a questo link, senza aggiungere alcun condimento.

  2. Scegliete la valva che volete tenere di ogni cozza ed eliminate le altre.

  3. Tagliate i pomodori a pezzettini eliminando i semi.

  4. Preparate un trito di aglio e prezzemolo, unite le briciole di pane e mescolate il tutto con l’olio d’oliva, poi spolverate con il pepe. Noi non aggiungiamo il sale dato che le cozze sono già normalmente sapide).

  5. Distribuite sulle cozze una manciata di dadini di pomodoro mescolati con un po’ di olio.

  6. Spolveratele con le briciole di pane condite con aglio e prezzemolo che formeranno - alla fine - una crosticina golosa.

  7. Passatele qualche minuto sotto il grill già ben caldo per farle gratinare alla perfezione.

  8. Servitele le cozze gratinate tiepide o a temperatura ambiente.

Varianti delle cozze gratinate

Cozze gratinate

Foto Shutterstock | Valerio Pardi

Tra gli antipasti con le cozze questo è senza dubbio uno dei più facili e veloci da preparare. Con il pomodoro il ripieno delle cozze gratinate diventa più succulento, ma potete provare anche altre varianti, altrettanto saporite, come quelle con le uova tipiche della tradizione pugliese. Altra variante dai sapori decisi è quella siciliana, con profumi e sapori tipici dell’isola.

Cozze gratinate alla pugliese

Le cozze gratinate alla pugliese, sono panate con le uova e non hanno il pomodoro. Si tratta di un piatto molto saporito e di semplice realizzazione che può essere servito come antipasto ma anche come ricco secondo di pesce.

Cozze gratinate alla tarantina

La ricetta tradizionale delle cozze gratinate alla tarantina è semplice e differisce poco dalla nostra principale. Non si usano pomodori ma formaggio pecorino grattugiato impastato con prezzemolo, pangrattato, aglio e olio. Dopo aver farcito ogni cozza si inforna per una ventina di minuti e a metà cottura si spruzza il tutto con un po’ di vino bianco.

Cozze gratinate alla siciliana

Anche le cozze gratinate alla siciliana sono semplici da fare. Le cozze ripiene sono riempite di un trito di pinoli, aglio, prezzemolo, capperi, mollica di pane, pomodoro, formaggio pecorino siciliano e acqua di cottura delle cozze. Le cozze vengono poi infornate e gratinate alla perfezione per formare la crosticina croccante tanto amata da tutti.

Cozze gratinate in padella

Usate una padella antiaderente dove far soffriggere un cucchiaio di olio con 1 spicchio di aglio. Togliete l’aglio e versate le molliche di pane raffermo o pangrattato. Aggiungete pepe, prezzemolo tritato e, se volete, una spolverata di formaggio grattugiato. Mescolate a fuoco vivo e livellate tutto. Togliete dal fuoco e sistemare le cozze una a una, capovolgendole sulla panatura in modo che si veda solo il guscio. Rimettere sul fuoco per circa un minuto e infine capovolgere su un piatto come si fa per la frittata.

Vini da abbinare al piatto

I vini che meglio si abbinano alle cozze gratinate sono i bianchi di medio corpo o in alternativa i vini frizzanti, soprattutto quelli emiliani. Tra i migliori il “Colli Bolognesi Pignoletto Frizzante Doc”, il “Riviera Ligure di Ponente Pigato Doc”, infine il “Santa Margherita di Belice bianco Doc”.

Potrebbe interessarti anche

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.