Frittura di paranza

piatto giallo con pesciolini in frittura di paranza

Foto Shutterstock | Alessio Orru

  • facile
  • 30 minuti
  • 4 Persone
  • 650/porzione

Se volete cucinare un piatto economico, ecco la ricetta della frittura di paranza, un piatto di pesci fritti delizioso e davvero semplice da fare. Con il termine paranza ci si riferisce a pesci di piccola taglia che in genere vengono raccolti e venduti misti. Non occorre preparare la pastella perché i pesci vanno semplicemente infarinati prima di essere fritti nell’olio ben caldo. Quindi se vi capita di trovare in vendita pesci piccoli che vi sembrano scarto, sappiate che ci potete fare una frittura di paranza squisita!

Ingredienti

  • pesce misto di piccola taglia (alici, triglie, merluzzi, saraghi, ecc) 1,200 kg
  • farina qb
  • sale qb
  • pepe qb
  • olio per friggere qb
  • limone 1

Preparazione

  1. Iniziamo la ricetta della frittura di paranza pulendo tutti i pesci: togliete le squame, le interiora e le spine. Asciugate i pesci con della carta da cucina.

  2. In una ciotola grande versate della farina, gettatevi tutti i pesci e infarinateli per bene, scuoteteli per eliminare la farina in eccesso e ponete i pesci infarinati su un piatto abbastanza grande.

  3. A questo punto prendete una padella dai bordi alti e versate abbondante olio per friggere, va bene l'olio di semi di arachidi.

  4. Appena sarà caldo ponete nella padella i pesciolini, pochi per volta, aiutandovi con una schiumarola. Vi consigliamo di friggere di volta in volta i pesci della stessa dimensione in modo che la cottura sia uniforme.

  5. Dopo qualche minuto (circa 5), appena i pesci sono dorati, toglieteli dall'olio e fateli sgocciolare su carta assorbente. Salate e pepate, portate in tavola e gustate la vostra frittura di paranza calda con una spruzzata di succo di limone!

Come fare un fritto di paranza croccante

piatto con pesce fritto di paranza

Foto Shutterstock | FilippoPH

Per portare in tavola un fritto di paranza croccante e delizioso dovete fare attenzione alla temperatura dell’olio, che andrà mantenuta sempre sopra i 170 gradi (ma attenzione a non oltrepassare i 180). Poi potete usare una farina apposita per i fritti, oppure sostituire la farina con della semola rimacinata. Infine il nostro consiglio è quello di salare il pesce solo dopo averlo fritto, e assaporare la frittura di paranza croccante appena preparata, perfettamente fragrante e saporita.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.