Ravioli sardi

Ravioli sardi

  • media
  • 1 ora e 30 minuti
  • 4 Persone
  • 465/porzione
  • Vegetariana

La ricetta dei ravioli sardi è una di quelle preparazioni che tutti dovrebbero realizzare nella propria vita. Si tratta di pasta di semola di grano duro farcita con un ripieno di patate bollite, pecorino sardo e menta; semplice ma gustosissimo. Questi ravioli sono anche noti con il nome di culurgiones o culurgionis e sono tipici della zona di Ogliastra in Sardegna. Si tratta di un piatto tradizionale e per questo si presta a numerose varianti sperimentate dalle famiglia della zona. Ad esempio, c’è chi vi aggiunge al ripieno della cipolla. Inoltre, i ravioli sardi si caratterizzano per la forma particolare che ricorda una spiga.

Ingredienti

  • 300 g di semola di grano duro
  • 500 g di farina
  • 120 g di olio extravergine d'oliva + q.b. Per il condimento
  • 180 ml di acqua
  • 500g patate
  • 50g pecorino sardo
  • 350g pomodori pelati
  • ½ cipolla
  • q.b. basilico
  • q.b. Pepe
  • q.b. Sale
  • q.b. Foglioline di menta fresca

Preparazione

  1. Cominciamo con il preparare il ripieno: mettiamo le patate e bollire in acqua fredda e sale grosso per 30/40 minuti.

    ripieno patate bollite

  2. Una volta cotte, sbucciamo le patate ancora calde e schiacciamole con uno schiaccia patate. Quando si saranno raffreddate, aggiungiamoci il pecorino sardo grattugiato, le foglioline di menta tritate e 40g di olio extravergine di oliva. Aggiustiamo di sale e pepe.

    ripieno patate pecorino menta

  3. Amalgamiamo bene il tutto ed il nostro ripieno è pronto.

    ripieno ravioli sardi pronto

  4. A parte prepariamo il sugo: mettiamo una mezza cipolla tritata a soffriggere in olio.

    sugo olio cipolla

  5. Versiamo nel soffritto i pomodori pelati.

    sugo agiunta pelati sale

  6. Saliamo ed aggiungiamo qualche fogliolina di basilico precedentemente lavato.

    sugo aggiunta basilico

  7. Versiamo un bicchiere di acqua e lasciamo cuocere il sugo per 15/20 minuti, giusto il tempo necessario a farlo restringere.

    sugo aggiunta acqua

  8. Ora occupiamoci della pasta. Disponiamo a fontana la semola e la farina e al centro versiamo l’acqua e 60g di olio extravergine di oliva.

    semola farina acqua sale olio

  9. Cominciamo ad impastare con una forchetta e poi procediamo per 5 minuti circa ad impastare con le mani. Dovremo ottenere un impasto liscio ed omogeneo.

    impasto ravioli sardi

  10. Copriamolo e mettiamolo a riposare in frigo per 30 minuti almeno.

    impasto ravioli sardi a riposo

  11. Trascorso il tempo necessario, procediamo a stendere la sfoglia o con un mattarello o con l’apposita macchina per tirare la pasta. La sfoglia dovrà essere abbastanza sottile.

    sfoglia ravioli sardi tirata

  12. A questo punto con un coppa pasta dal diametro di 8 cm otteniamo dei dischetti di pasta e su ogni dischetto adagiamo una piccola pallina di ripieno.

    sfoglia ravioli sardi coppata

  13. È il momento di chiudere i nostri ravioli. prendiamo un dischetto tra pollice e indice, appiattiamo leggermente il composto e pinziamo la base. A questo punto pizzichiamo con le dita raccogliendo l’estremità e portandola prima da un lato e poi dall’altro fino a chiuderlo completamente ed ottenere la classica forma a spiga.

    chiusura  ravioli  sardi

  14. Mettiamo ora a bollire l’acqua e non appena avrà raggiunto il bollore, saliamola e caliamoci i nostri ravioli sardi. Ci vorranno circa 5 minuti, quando saliranno a galla saranno pronti per essere scolati.

    cottura ravioli sardi

  15. Saltiamoli velocemente nel sugo al pomodoro ed impiattiamo. Buon appetito!

    ravioli sardi

Parole di Elvira Pignieri