Sangria Bianca

sangria bianca 2

  • facile
  • 20 minuti
  • 4 Persone
  • 50/porzione

La Sangria Bianca è l’alterego della tipica sangria spagnola, la differenzia è la qualità del vino: per la prima versione utilizziamo vino bianco o spumante, nella declinazione classica è obbligatorio il vino rosso che dona a questa bevanda il colore bordeaux che la caratterizza. La sangria bianca è un cocktail diverso e leggero, buono da servire durante un aperitivo a casa con degli amici, ottima con dolci o magari con delle tortine salate. Per preparare la sangria bianca utilizzate un recipiente molto ampio che vi permetta di mescolare bene tutti gli ingredienti, per servirla invece delle brocche trasparenti o delle bottiglie di spumante vuote che riempirete.

Ingredienti

  • 12 lamponi
  • 1 mela Annurca
  • 1 grappolo piccolo uva bianca
  • 1 pera
  • 1 arancia non trattata
  • 1 meloncino retato
  • cannella in polvere
  • 1 bottiglia di spumante

sangria bianca 2

Preparazione

  1. Lavate per bene tutta la frutta, non togliendo la buccia è necessario che tutti i vostri ingredienti dovranno essere puliti molto attentamente.
  2. Tagliate la mela a fettine, riducete la pera a lamelle, tagliate a fettine la buccia dell’arancia e create tanti cubettini arancioni con il meloncino retato.
  3. Potete aggiungere anche delle fettine di kiwi.
  4. Unite questi frutti insieme ai lamponi e all’uva, anch’essi ben lavati in un recipiente molto capiente che sia in grado di contenere anche il liquido da aggiungere successivamente.

  5. Aggiungete un pizzico di cannella e versate l’intera bottiglia di vino bianco ben fredda e mescolate bene.

  6. Lasciate tutto a riposare per un paio di ore in frigo, ricordandovi di togliere tutto un po’ prima di servire.
  7. Seguendo questo procedimento tutti i pezzetti di frutta si impregneranno di spumante risultando così più gustosi.

  8. Servite il drink decorando, se volete, i bicchieri con delle fettine di arancia oppure degli acini di uva tagliati a metà.
 
Foto di Betty Crocker Recipes

Parole di Paoletta

Da non perdere