Tartine di polpa di granchio

Tartine di polpa di granchio

  • default-difficolta
  • default-
  • 1 Persone
  • n.d.

Per iniziare un pranzo speciale come quello di Natale stimolando l’appetito e le papille gustative, ma ancor prima stuzzicando l’occhio del commensale, non possono mancare degli antipasti sfiziosi e colorati come le tartine di polpa di granchio che prepariamo oggi. La polpa di granchio oggigiorno, si trova facilmente nei supermercati, surgelata o più comunemente in scatola; è la cosiddetta Kachka giapponese o russa, un antipasto che ha il potere di risvegliare il desiderio del cibo senza però saziarlo, altrimenti la festa finirebbe ancor prima di cominciare.

Ingredienti

  • 230 gr di polpa di granchio
  • 1 cucchiaio di Sherry
  • 1 cucchiaio di farina
  • 1 tuorlo d'uovo
  • 250 gr di panna liquida
  • 30 gr di burro
  • 6 fette di pan carrè
  • pepe q.b.
  • sale q.b.

Preparazione

Scolate la polpa di granchio e sminuzzatela; mettetela in un recipiente di adeguate dimensioni, insieme allo Sherry, ad una presa di pepe e ad un pizzico di sale e miscelate tutti gli ingredienti delicatamente e a lungo. 
 
In una piccola casseruola, scaldate il burro badando che non prenda colore; togliete il recipiente dal fuoco e aggiungete la farina, mescolando sempre nella stesa direzione. 
 
Mettete la panna in una ciotola, unite il tuorlo d’uovo e sbattete per qualche minuto; versate poi la miscela nella casseruola con la farina ed il burro ed amalgamate velocemente con una frusta. 
 
Rimettete sul fuoco e, mescolando lentamente, cuocete per un paio di minuti per far addensare la salsa, facendo attenzione a non farla bollire; versatela poi sulla polpa di granchio e mescolate con un cucchiaio di legno, amalgamando perfettamente tutti gli ingredienti e aggiustando di sale
 
Prendete le fette di pan carrè e da ciscuna recuperate 4 dischetti con uno stampino; imbiondite leggermente il pane, prestando attenzione per non farlo asciugare troppo; adagiate un cucchiaio di salsa di polpa di granchio su ogni dischetto e servite. 
 
Foto da: www.scuoladicucina.files.wordpress.com; www.cipolloni.org; www.stellafoods.con; www.buttalapasta.it; www.pourfemme.it; ricetteitalia.altervista.org; it.inmagine.com; bestuff.com  

Parole di Waly

Da non perdere