Bouillabaisse

Bouillabaisse

  • default-difficolta
  • default-
  • 1 Persone
  • n.d.

La bouillabaisse è la regina delle zuppe di pesce, ma ovviamente solo e ci limitiamo alla cucina francese, e non è difficile da fare, ma occorrono tanti pesci diversi e, non occorre dirlo, che siano freschissimi.

Ingredienti

  • 3 kg. circa di pesce di scoglio scelti tra aragosta, o astice (personalmente la sostituiamo anche con scampi o gamberi), gallinella, pesce cappone, scorfano, san pietro, pesce prete, nasello, grongo, branzino, granchi
  • 3 cipolle
  • 4 spicchi di aglio
  • 2 pomodori maturi e grandi
  • 1 rametto di timo
  • 1 rametto di finocchietto selvatico
  • un po’ di prezzemolo
  • 1 scorzetta di arancio
  • 1 foglia di alloro
  • 1/2 bicchiere di olio d’oliva extra vergine
  • 2 bustine di zafferano
  • sale e pepe q.b.

Preparazione

 
Pulite i pesci e tagliateli in pezzi, poi mettete su un vassoio quelli dalla carne più delicata (come branzino, nasello, san pietro, pesce cappone), e gli altri su un secondo vassoio.  
Pulite le cipolle e tritatele, pulite gli spicchi di aglio e schiacciateli, pelate i pomodori, eliminate i semi e tritateli grossolanamente. Mettete tutto questo in una capace casseruola (vi consigliamo che sia veramente molto capace, e soprattutto molto larga), unite le erbe aromatiche (eccetto il prezzemolo), disponetevi sopra i pesci a carne più soda, versatevi sopra l’olio, coprite a filo con acqua bollente, unite ancora lo zafferano, e il sale e pepe necessario. Mettete sul fuoco molto vivo, e dopo cinque minuti di ebollizione, aggiungete i pesci più delicati, e calcolate altri 5 minuti dal momento in cui riprende a bollire.  
La ricetta originale a questo punto prevede di mettere delle fette di pane alte 1,5 cm. in piatti individuali fondi e di versarvi sopra il brodo, e poi portare in tavola i pesci disposti con cura su un vassoio, e di spolverare il tutto con prezzemolo finemente tritato. Noi preferiamo servire il brodo e il pesce assieme in piatti fondi individuale, e portare in tavola dei crostini di pane.  
Foto da meganwallent.com, www.betz.lu, www.apneateam.it

Parole di GIeGI

Da non perdere