5 elettrodomestici da cucina di cui non potrai più fare a meno

elettrodomestici da cucina

Foto Shutterstock | New Africa

Esistono ormai numerosi elettrodomestici in grado di rendere la vita in cucina molto più facile e fornire un aiuto preziosissimo per preparare bevande e pasti, dai più semplici a quelli più complessi, con poco sforzo e spesso in poco tempo.

Sappiamo bene quali sono gli elettrodomestici da cucina che non possono mancare: parliamo del forno e del frigorifero, per esempio; alcune persone non possono rinunciare alla lavastoviglie; altre al forno a microonde.

Tuttavia, ci sono alcuni elettrodomestici che possiamo definire complementari ma che, una volta provati, difficilmente si abbandonano. Si tratta di apparecchi in grado di cambiare significativamente le nostre abitudini. Qui te ne parliamo di cinque in particolare; alcuni di questi sono utilissimi per ottimizzare il lavoro in cucina, sia in fase di preparazione che di cottura.

Robot da cucina

Un robot da cucina è uno strumento in grado di svolgere diversi compiti nel processo di preparazione del cibo. È progettato per tritare, grattugiare, affettare, ridurre in purea, frullare, spremere, centrifugare e, in alcuni casi, anche cucinare.

È dunque un elettrodomestico da cucina davvero versatile, che può sostituire i singoli apparecchi (come frullatore o centrifugatore) ed essere utilizzato per preparare diversi tipi di cibo, soprattutto quelli che normalmente richiedono lunghi tempi di preparazione (zuppe, salse, ecc.).

Un robot da cucina è generalmente composto da una parte centrale, una ciotola con un apposito coperchio, a cui poi è possibile aggiungere diversi accessori, come fruste e lame (di diverso spessore e forma), in base al tipo di prodotto e alle funzionalità. Come già detto, alcuni presentano anche la funzione cottura, compresa quella a vapore: in questo caso si parla di robot multifunzione e basterà preparare tutto l’occorrente e avviare il programma desiderato tra quelli proposti.

In commercio esistono diversi tipi di robot ma fai attenzione: spesso si utilizza questo termine per indicare prodotti molto diversi tra loro. Se stai pensando di acquistarne uno ti consigliamo di studiare bene il prodotto e valutare dimensioni e caratteristiche, capienza del contenitore, potenza del motore e gli usi che puoi farne (cosa vuoi preparare? Vuoi anche cucinare? Per quante persone?). Se non sai da dove iniziare, sul web sono ormai reperibili diverse utili guide molto dettagliate sull’acquisto degli elettrodomestici; puoi consultarle per individuare i modelli più interessanti e per capire di più su ogni tipologia di prodotto (noi, per esempio, ci siamo imbattuti nelle guide del portale www.smartdomotica.it).

Planetaria

La planetaria è un elettrodomestico spesso confuso con il robot da cucina. In realtà, quest’ultimo può anche essere una planetaria in quanto, con questo particolare termine, si indica un apparecchio dotato di una ciotola ed un braccio che svolge il cosiddetto movimento planetario. Questo è fondamentale per ottenere impasti uniformi e quindi ideale per la preparazione di pasta, pane, pizza e dolci vari.

Possiamo quindi affermare che una planetaria non sempre è versatile come il robot da cucina ma, in particolare, è un elettrodomestico soprattutto pensato per impastare. Al braccio possono essere collegati diversi accessori come, per esempio, la frusta a filo utile per montare oppure quella a K per i dolci. Anche in questo caso è bene valutare specifiche, funzioni e accessori, tenendo in conto soprattutto delle dimensioni della propria cucina e della capacità della ciotola (da questa dipenderà la quantità di impasto che sarà possibile processare).

Slow cooker

La slow cooker è un elettrodomestico da cucina consigliato soprattutto per chi ha poco tempo a disposizione ma ama i pasti a cottura lenta o desidera condurre un’alimentazione sana. Infatti, con questo tipo di cottura si conservano meglio le proprietà originali degli alimenti e si evita inoltre di bruciarli.

Si tratta di una pentola elettrica che cuoce il cibo lentamente ad una temperatura bassa e costante. Basterà inserire gli ingredienti la mattina, selezionare il programma predefinito più adeguato e dimenticarsene completamente fino all’ora di cena. La slow cooker è anche in grado di mantenere il cibo caldo una volta raggiunte le ore di cottura richieste dalla ricetta.

A volte chiamata anche Crockpot (uno dei brand più famosi del settore), è un must-have per cucinare stufati, zuppe, minestroni, brodi, arrosti di carne e pesce e altri cibi che richiedono tempo e lunghe ore di cottura.

Friggitrice ad aria

La friggitrice ad aria è un elettrodomestico da cucina diventato ormai popolare da qualche tempo. Parliamo di un apparecchio innovativo che permette di ottenere cibi più o meno simili a quelli fritti però più salutari, in quanto preparati senza l’utilizzo dell’olio o burro (a tal riguardo ti consigliamo di leggere questo interessante articolo di Vice).

Più simile ad un forno a convezione, questo elettrodomestico sfrutta la circolazione dell’aria calda per cuocere gli alimenti, ottenendo prodotti morbidi dentro e croccanti fuori. Questo potente getto d’aria calda può essere verticale, orizzontale o circolare.

I vantaggi sono diversi: oltre ad evitare l’abuso di olio, si evitano gli odori tipici delle fritture e si velocizzano i tempi di cottura rispetto ad un forno tradizionale. Si può cuocere di tutto, dalle patatine alle verdure, dalla carne al pesce.

La maggior parte delle friggitrici ad aria presenta diversi programmi in base agli alimenti ed il tipo di cottura che si vuole imitare (grigliata/frittura, ecc.); alcune di queste possono essere associate ad app, grazie alle quali è possibile consultare ricette oltre che controllare l’apparecchio da smartphone.

Naturalmente, non è un elettrodomestico consigliato per cucine di piccole dimensioni, dato l’ingombro e trattandosi di un secondo forno.

Macchina da caffè

La macchina da caffè è certamente un elettrodomestico più tradizionale, ma non per questo meno indispensabile. C’è chi, scettico all’inizio, adesso non riesce più a farne a meno. Se ne stai valutando l’acquisto, la prima cosa da fare è individuare la tipologia di macchina da caffè più adatta ai tuoi gusti e in più in linea con le tue preferenze e necessità.

In commercio esistono infatti vari tipi di macchine da caffè in base alla tipologia di preparazione e al tipo di caffè utilizzato. Ci sono, per esempio, le macchine a cialde o capsule, molto semplici e rapide da usare e comode, ma che implicano il dover sostenere in maniera più o meno frequente il costo delle capsule, oltre che un impatto ambientale maggiore. Esistono, tuttavia, le cosiddette cialde ESE (Easy Serving Express) che sono di carta e completamente biodegradabili.

Accanto a queste, troviamo poi le macchine da caffè manuali che garantiscono un’ottima qualità del caffè simile a quella del bar, permettendo di scegliere il proprio caffè in polvere preferito, personalizzando dosi e quantità. Richiedono però un esborso iniziale maggiore, un mantenimento e pulizia più impegnativi e un po’ di familiarità per poterle utilizzare al meglio.

Infine, ci sono le macchina da caffè automatiche o super-automatiche che, utilizzando il caffè in grani, permettono di godere a casa del gusto unico ed inimitabile del caffè appena macinato. Come quelle a cialde sono facili da utilizzare ma, come quelle manuali, prevedono un investimento iniziale più importante.