Cottura della pasta, il trucco degli chef per ridurre i tempi e risparmiare in bolletta: così ci metti la metà

cuocere la pasta per risparmiare

Cottura della pasta, il trucco per risparmiare (ButtaLaPasta.it)

Sulla cottura della pasta tutti dicono la loro, ma ecco il trucco che ti fa dimezzare i tempi e risparmi in bolletta.

Come si cuoce la pasta? Gli italiani dovrebbero sapere molto bene come fare una cottura della pasta perfetta, però c’è sempre una eccezione che conferma la regola, giusto? Ad ogni modo c’è chi insegna sul web come cuocere la pasta in modo geniale per metterci la metà del tempo e risparmiare gas quindi ridurre anche i costi in bolletta.

Di cosa si tratta? Del trucco di Harold McGee che è un esperto in chimica già noto per le sue pubblicazioni a tema scientifico, la più famosa delle quali si intitola “On Food and Cooking: The Science and Lore of the Kitchen” che in Italia è stato tradotto “Il cibo e la cucina. Scienza, storia e cultura degli alimenti”. In un recente video sui social McGee ha spiegato come cucinare la pasta nella metà del tempo.

Cottura della pasta: il trucco di Harold McGee

Per illustrare al suo pubblico come cucinare un piatto di pasta mettendoci meno della metà del tempo che si impiega di solito, lo scrittore appassionato di chimica e scienza ha diffuso un video in cui mostra il procedimento facile, veloce ed economico. Ma pure ecologicamente meno impattante dato che si consuma meno gas e quindi si inquina meno. In sostanza occorre ripensare il metodo di cottura evitando la bollitura in acqua.

Acqua cottura pasta

Cottura della pasta: si può fare anche in padella e non in pentola (ButtaLaPasta.it)

Come è possibile? Ce lo spiega lo stesso Harold McGee, affermando che la maggior parte delle ricette tradizionali per fare la pasta ti dicono di iniziare con molta, molta acqua e scaldarla fino a ebollizione prima di aggiungere la pasta.

Si scopre che non è necessario farlo. Puoi risparmiare molto tempo, molta acqua, molta energia usando della semplice acqua fredda posta in una padella. Poi va calata la pasta direttamente nell’acqua fredda che la deve ricoprire interamente. Questo dettaglio permette di non far attaccare la pasta e quindi non è necessario nemmeno aggiungere olio o altri condimenti.

In seguito si accende il fuoco e si attende l’ebollizione e la cottura della pasta, che in un certo senso è come se venisse un po’ bollita e un po0 risottata. Beh, al termine della cottura hai una pasta perfettamente cotta e con il liquido di fondo ricco di amido puoi realizzare altri piatti come salse e condimenti.

Che ne dici? Ti convince? Noi ti ricordiamo che esistono queste regole fondamentali per la cottura della pasta senza errori, e puoi anche cuocere la pasta a fuoco spento. Ora non ti resta che sperimentare la cottura della pasta in acqua fredda in padella come suggerito da Harold McGee.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrive per il web dal 2007 di cronaca italiana ed estera, politica e costume. La sua passione è la buona cucina, non solo le ricette della tradizione gastronomica italiana e internazionale ma anche piatti originali e particolari. Divide il tempo libero tra musica, cinema, libri e fumetti d'autore.

Potrebbe interessarti