L'ingrediente chiave per una perfetta pasta frolla non è il burro: il segreto svelato da Tommaso Foglia a Bake Off Italia

pasta frolla Tommaso Foglia

Tommaso Foglia svela i segreti per una pasta frolla perfetta - Foto Instagram @tommasofoglia_pastry - buttalapasta.it

Tommaso Foglia a Bake Off Italia svela quali sono i segreti per fare una pasta frolla perfetta: ecco il dettaglio a cui prestare attenzione e che molti invece trascurano.

La pasta frolla è un impasto base che serve per fare una grande varietà di dolci, dalle torte ai pasticcini. Prepararla è semplice, ma occorre conoscere alcuni aspetti fondamentali per evitare di fare i comuni errori che chi è inesperto commette. Con i segreti di Tommaso Foglia di Bake Off Italia il risultato sarà perfetto.

Si sa che la pasta frolla è uno degli impasti di base della pasticceria, che consentono di preparare diversi tipi di dolci. Si va dalle crostate ai biscotti, dalle tartellette ai fagottini, dai pasticcini alle sbriciolate.

Se quindi la vostra curiosità è quella di sapere come preparare una frolla dalla consistenza perfetta e friabile al punto giusto, continuate a leggere e la vostra prossima crostata sarà semplicemente perfetta, a prova di esame!

Come fare la pasta frolla perfetta? L’ingrediente chiave non è il burro. Ecco i consigli di Tommaso Foglia

Il pastry chef Tommaso Foglia, new entry nel cast di Bake Off Italia, ha voluto svelare i segreti degli esperti per preparare la frolla perfetta, dalla giusta consistenza e piacevole al palato.

Pasta frolla di Tommaso Foglia

Pasta frolla di Tommaso Foglia, il trucco per ottenere risultati perfetti – buttalapasta.it

Anche se gli ingredienti sono sempre quelli, cioè farina, burro, zucchero e uova, dipende dalla loro quantità la riuscita di una frolla più o meno elastica o sbriciolosa. Ci sono poi diverse varianti che nel corso del tempo sono diventate anche più famose della ricetta originale, perché ad esempio non tutti possono mangiare burro e uova a causa di intolleranze alimentari.

Ed ecco che ci sono le varianti di pasta frolla all’olio o di pasta frolla senza uova che permettono di ottenere buoni risultati.

Ovviamente il pastry chef Tommaso Foglia ha spiegato i segreti per una pasta frolla classica e tradizionale, cioè quella fatta con il burro, la farina, le uova e lo zucchero. E quello a cui bisogna fare davvero attenzione, ha svelato, e la farina! Sì, la farina deve essere rigorosamente di grano tenero e debole, cioè con una percentuale di proteine inferiore a 9 grammi.

Sulla confezione della farina potreste trovare scritta l’indicazione della forza della farina, che in questo caso è segnata con la dicitura W inferiore a 130. Questa farina poco proteica ha un contenuto di glutine molto ridotto e permette dunque alla pasta frolla di assumere la consistenza perfetta.

Altro consiglio del pastry chef napoletano riguarda il riposo della pasta frolla. Se avete provato almeno una volta a fare la nostra ricetta della pasta frolla già sapete che dopo aver composto il panetto questo va fatto riposare.

E di fatto anche Foglia ribadisce l’importanza di far stabilizzare la frolla facendola riposare in frigo almeno mezzora, ma anche due ore o addirittura per una notte intera. E dopo averla messa in teglia se la fate riposare altre due ore il risultato sarà ancora più buono.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrive per il web dal 2008 di cronaca italiana ed estera, politica e costume. La sua passione è la buona cucina, non solo le ricette della tradizione gastronomica italiana e internazionale ma anche piatti originali e particolari. Divide il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Potrebbe interessarti