Questo ortaggio previene i tumori e brucia i grassi: lo troviamo proprio a ottobre. Fanne scorta e non potrai più farne a meno

Ortaggio che previene i tumori

Ecco qual è l'ortaggio che previene i tumori - buttalapasta.it

Ecco qual è ortaggio che previene i tumori e brucia i grassi: fatene scorta quando andrete a fare la spesa perché è anche buonissimo.

La ricerca scientifica mostra in tanti studi quanto sia importante mangiare in modo equilibrato e introdurre nella propria alimentazione di ogni giorno almeno cinque porzioni di frutta e di verdura. Mangiare tanta verdura e frutta di stagione fa bene alla salute dell’intero organismo perché questi alimenti sono ricchi di proprietà benefiche.

Infatti troviamo in essi tante proprietà nutrizionali che le rendono indispensabili per una corretta alimentazione. Non dimenticate di portare a tavola sempre delle verdure, fanno bene alla salute. Prendete ad esempio le Brassicaceae o Crucifere che sono di stagione proprio a ottobre, anche se si trovano sul mercato praticamente tutto l’anno.

Sono preziose perché forniscono protezione nei confronti delle patologie cardiovascolari e dei tumori. Il tutto perché contengono antiossidanti dei composti fenolici molto potenti.

L’ortaggio con poche calorie che protegge il cuore e previene i tumori

Andiamo dritti al sodo, stiamo parlando del cavolfiore. Sapete quali sono le proprietà benefiche del cavolfiore? Innanzi tutto è un tipo di ortaggio perfetto per chi vuole seguire una dieta dimagrante perché con 100 grammi di prodotto edibile si assumono solo 25 calorie. Nel dettaglio il 51% è composto da proteine, il 42% da carboidrati e il 7% da lipidi.

Cavolfiori proprietà benefiche

Cavolfiori in padella, questi ortaggi sono ricchi di proprietà benefiche – buttalapasta.it

Il cavolfiore, che è una delle verdure di stagione facente parte della famiglia delle Brassicaceae o crucifere come tutti gli altri tipi di cavoli e broccoli, apporta all’organismo una buona dose di fibre (2,0 grammi ogni 100 grammi di cavolfiore crudo) e di vitamine.

Nel dettaglio parliamo di vitamina C (48,2 mg), niacina (0,507 mg), vitamina B6 (0,184 mg) riboflavina (0,060 mg), tiamina (0,050 mg), vitamina E (0,08 mg), folati (57 µg) e vitamina K (15,5 µg). Inoltre il cavolfiore ci fornisce anche un buon apporto di sali minerali. Soprattutto potassio (299 mg per 100 gr) e fosforo (44 mg). Ma anche sodio, calcio, magnesio e in tracce anche ferro (0,42 mg) zinco (0,27 mg) e manganese (0,155 mg). 100 grammi di cavolfiore apportano anche 1 µg di luteina/zeaxantina.

Questo ortaggio che è il protagonista della nostra raccolta di ricette con il cavolfiore, è dunque un ottimo alleato per il benessere metabolico perché aiuta a controllare l’assorbimento di zucchero e di colesterolo, grazie alle fibre e agli antiossidanti di cui è ricco. Da notare la presenza di sulforafano e altri steroli che aiuta a prevenire i tumori. Così come le molecole DIM (di-indolo-metano) aiutano il sistema immunitario aumentando le difese contro batteri e virus.

C’è però una controindicazione per chi soffre di patologie che interessano la tiroide, dal momento che i cavolfiori contengono goitrogeni, sostanze che inibiscono la funzione della tiroide andando a interfire con il metabolismo dello iodio, quindi sono potenzialmente pericolosi perché possono aumentare l’ipotiroidismo.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrive per il web dal 2007 di cronaca italiana ed estera, politica e costume. La sua passione è la buona cucina, non solo le ricette della tradizione gastronomica italiana e internazionale ma anche piatti originali e particolari. Divide il tempo libero tra musica, cinema, libri e fumetti d'autore.

Potrebbe interessarti