Insalata di rinforzo

Insalata di rinforzo

Foto Shutterstock | FPWing

  • facile
  • 30 minuti
  • 4 Persone
  • 260/porzione

L’insalata di rinforzo è un piatto tipico della cucina natalizia napoletana. Anche questo piatto nasce dalle antiche tradizioni sia contadine che marinare quando le massaie, orgogliose, portavano in tavola i loro piccoli gioielli: le verdure e le alici conservate in casa secondo tipiche ricette per farle poi gustare nella sera della festa più importante dell’anno. Come ogni ricetta della tradizione, anche l’insalata di rinforzo ha un ingrediente speciale che la rende unica: le papaccelle napoletane. Sono dei peperoncini conosciuti anche con il nome pupachielle e solitamente vengono messi sotto aceto per essere conservati e mangiati durante tutto l’anno.

Ingredienti

  • cavolfiore 1
  • papaccelle 5
  • sottoaceti misti 200 gr
  • olive verdi 100 gr
  • olive nere di Gaeta 100 gr
  • aceto 2 cucchiai
  • alici dissalate 10
  • capperi dissalati 40 gr
  • olio extravergine d'oliva 2 cucchiai
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Preparazione

  1. Per prima cosa mettete a lessare il cavolfiore in abbondante acqua salata. Se non gradite l'odore per casa del cavolfiore lesso, aggiungete un cucchiaio di aceto bianco nell'acqua.

  2. Non cuocetelo troppo, deve essere bello croccante. Scolatelo e lasciatelo raffreddare.

  3. Prendete i sottaceti che avete scelto e sciacquateli sotto acqua corrente.

  4. Stesso discorso per le alici e i capperi.

  5. Tagliate grossolanamente il vostro cavolfiore e versatelo in una ciotola capiente.

  6. Aggiungete alici, capperi, sottaceti, olive verdi e olive nere di Gaeta (sono quelle di colore marrone scuro e di piccole dimensioni).

  7. Prendete le papacelle e tagliatele in 4 spicchi. Inseritele nella ciotola.

  8. Regolare di sale e pepe e condite il tutto con un filo di olio di oliva extravergine.

  9. Mescolate tutti gli ingredienti e servite in tavola.

Perché si chiama insalata di rinforzo?

L’insalata di rinforzo è un piatto tipico della Vigilia di Natale in Campania. Al termine rinforzo viene dato un duplice significato: essendo composto principalmente da sottoaceti serve a rinforzare l’appetito, il secondo significato è che l’insalata si rinforza nel senso che si aggiungono gli ingredienti che man mano vengono mangiati perché l’antipasto deve durare fino al cenone di Capodanno. C’è anche un terzo significato, simile al primo, ma in questo caso l’insalata non è più un antipasto, ma un modo per spezzare il sontuoso menu della Vigilia di Natale a metà cena e far “rinforzare” l’appetito per poter proseguire a gustare le altre portate.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Parole di Anita Borriello

Appassionata di libri e computer: unisce l'amore per entrambi studiando Informatica Umanistica presso l'Università di Pisa. Lavora dal 2003 come Redattrice e Copywriter scrivendo testi per numerose testate online. Lettura, scrittura e tiro con l'arco sono le sue più grandi passioni.