Marinata a caldo

Marinata a caldo

  • default-difficolta
  • default-
  • 1 Persone
  • n.d.

Per insaporire piatti di carne e di pesce spesso si usa marinarli, ovvero lasciarli in un liquido, di solito olio, aceto, o limone, che penetra all’interno della fibra del cibo che avete scelto, molto spesso rendendolo più morbido, e ovviamente arricchendolo di sapore. La marinata a caldo è indicata per pesci grassi, come per esempio le anguille e gli sgombri o per gli animali da cortile con carne rossa, come l’anatra e la faraona, ma anche per la selvaggina. Il pesce o la carne in questo tipo di marinata devono stare da uno a tre giorni, a seconda delle indicazioni della ricetta.  

Ingredienti

  • vino rosso 800 ml
  • aceto 50 ml
  • brandy 50 ml
  • olio extravergine di oliva 50 ml
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano
  • 1 spicchio di aglio
  • 2 foglie di alloro
  • 1 rametto di salvia
  • grani di pepe
  • bacche di ginepro
  • 2 chiodi di garofano
  • 2 scorze di arancia
  • 2 scorze di limone

Preparazione

 
Sbucciate gli odori, lavateli e tagliateli a pezzi, intanto fate scaldare l’olio in un tegame e fatevi cuocere per 3 minuti gli odori, quindi unite il vino, l’aceto e le erbe aromatiche intere.  
Unite le scorze degli agrumi, le bacche di ginepro e i grani di pepe schiacciati, infine aggiungete i chiodi di garofano.  
Portate ad ebollizione e cuocete a fuoco dolce per mezz’ora con il tegame semicoperto, poi unite il brandy, fate riprendere il bollore per un minuto e spegnete.  
Sistemate la carne o il pesce in un contenitore e versatevi sopra la marinata tiepida, fate riposare da uno a tre giorni, rigirando la carne o il pesce per 3-4 volte.  
Prima di cuocerli sgocciolateli bene dal liquido.  
Foto da: www.livetocookathome.com, news.thomasnet.com, www.littleshamrocks.com, www.lombardimeats.com, www.papadeli.co.uk, www.countryliving.com, howtoboilanegg.files.wordpress.com, newfoodie.blogspot.com

Parole di Paoletta

Da non perdere