Cavolo nero stufato

cavolo nero stufato

  • facile
  • 1 ora e 30 minuti
  • 6 Persone
  • 175/porzione

Oggi vi mostriamo la ricetta del cavolo nero stufato, una zuppa di verdura insaporita dal guanciale. Le stagioni del cavolo nero sono autunno e inverno, è l’ortaggio protagonista di molto piatti classici della cucina toscana, che è una delle 2 regioni che lo coltiva. La differenza con gli altri cavoli la fanno le foglie allungate e ilsapore più intenso. La particolarità del cavolo nero, oltre al gusto deciso e intenso, è quello di avere nel suo sapore una lievissima nota solforosa.

Ingredienti

  • 1 cavolo nero
  • 150 gr di guanciale
  • 1 cipolla
  • pane casereccio
  • 1 litro di brodo vegetale caldoì
  • olio extravergine di oliva
  • sale q.b.

cavolo nero stufato

Preparazione

  1. Pulite il cavolo, eliminando le foglie esterne e quelle danneggiate, e lavatelo con cura sotto acqua fresca corrente.<
  2. Tritate la cipolla sbucciata in modo finissimo e tagliate il guanciale a dadini.
  3. Metteteli a soffriggere in un tegame abbastanza grande in poco olio.
  4. Quando saranno ben rosolati aggiungete il cavolo, regolate di sale e fatelo appassire.
  5. Lasciatelo cuocere a fuoco basso per circa un’ora, bagnando di tanto in tanto con il brodo.
  6. Affettate il pane a fettine non molto spesse e mettetele a tostare in forno, a 160°.
  7. Una volta cotto servite il cavolo nero in una ciotola accompagnando con i crostini bollenti come antipasto o anche come contorno.
 
Foto di In Cucina con il Naturopata

Parole di Paoletta