Cipolle in agrodolce

cipolle di tropea e borrettane in agrodolce caramellate

Foto Shutterstock | Di Zaira Zarotti

  • media
  • 30 minuti
  • 2 Persone
  • 233/porzione

Una ricetta molto semplice e collaudata di cipolle in agrodolce perfetta per ogni occasione in cui volete un contorno veloce, facile ma sfizioso. Consigliamo di usare le cipolline borrettane, quelle piccole bianche e leggermente schiacciate: sono l’ideale per questa ricetta della nonna classica. Ma potete usare anche le cipolle rosse, dal sapore più deciso. Provate le cipolle in agrodolce per hamburger o come accompagnamento a carpacci di pesce e carne. Sono davvero ottime anche sui crostini. In fondo, dopo la preparazione, vi proponiamo pure la gustosa variante delle cipolle di Tropea in agrodolce all’aceto di mele e all’aceto balsamico, sia da conservare che da mangiare subito, con un tipo di cottura che vi permetterà di ottenere delle perfette cipolle di Tropea caramellate.

Ingredienti

  • Cipolline borrettane 300 gr
  • Aceto balsamico di Modena Mezzo bicchiere
  • Acqua 1 bicchiere
  • olio extravergine di oliva 3 cucchiai
  • Zucchero di canna integrale 20 gr
  • Chiodi di garofano 2
  • Pepe bianco 1 pizzico
  • Sale q.b.(facoltativo)

Preparazione

  1. Lavate le cipolline e togliete eventualmente le parti sciupate, ma di solito le borrettane sono integre.

  2. Tagliate le radici e mettietele in una pentola con l'olio e i chiodi di garofano. Fate rosolare qualche minuto.

  3. Aggiungete lo zucchero sparso sulle cipolle e fate incorporare mescolando qualche altro minuto.

  4. Versate sopra l'aceto balsamico, il bicchiere d'acqua, un pizzico di pepe bianco e fate cuocere mezz'ora tenendo coperto.

  5. Se dopo mezz'ora il sughetto tende ad essere ancora un pò liquido, continuate la cottura per altri 5 minuti levando il coperchio e alzando un pò la fiamma per far evaporare l'acqua in eccesso.

  6. Regolate di sale.

  7. Eliminate i chiodi di garofano prima di portare in tavola.

  8. Queste cipolle in agrodolce si mantengono perfettamente qualche giorno in frigo coperte dal loro fondo di cottura. Eventualmente mettetele in un vasetto e se occorre aggiungete un po' d'olio per tenerle sotto il livello del liquido.

Cipolle di Tropea in agrodolce

Foto Shutterstock | Di Valerio Pardi

La ricetta che avete letto va bene anche se volete preparare delle cipolle di Tropea in agrodolce da mangiare subito. Basta sostituire le cipolle borrettane con quelle rosse di Tropea. Se invece volete sapere come preparare le cipolle di Tropea in agrodolce da conservare sott’olio con una ricetta della nonna, continuate a leggere. Le cipolle in conserva così preparate sono ottime per antipasti e contorni, ma anche da aggiungere ai sughi per insaporirli con un tocco speciale. Potete servire le cipolle in agrodolce con formaggi oppure usarle per la preparazione di crostini e bruschette deliziose.

Cipolle in agrodolce sott’olio da conservare

Prendete 500 grammi di cipolle. Sbucciatele, lavatele, asciugatele e tagliatele a spicchi non troppo piccoli. In una pentola versate 500 ml di aceto, 500 ml di acqua, 100 grammi di zucchero e un pizzico di sale. Portate ad ebollizione. Versate le cipolle nella pentola, unite anche l’uvetta e il peperoncino tagliato a pezzi. Cuocete per 10 minuti a fiamma bassa. Scolate le cipolle e ponetele su una teglia bassa coperta di carta da forno. Mettete la teglia nel forno caldo per mezz’ora a 100°.

Dopo aver fatto raffreddare sistemate nei barattoli puliti le cipolle unendo pinoli e aghi di rosmarino. Poi coprite il tutto con olio. Fate riposare così per 24 ore. Se necessario aggiungete dell’olio. Poi tappate i barattoli e metteteli in una pentola per sterilizzarli. Avvolgeteli in canovacci per evitare che si possano rompere. Riempite la pentola di acqua fredda coprendo completamente i barattoli. Portate ad ebollizione e sterilizzate per 30 minuti. Lasciate raffreddare completamente l’acqua e togliete infine i barattoli dalla pentola, riponendoli in dispensa dopo averli asciugati ed etichettati.

Cipolle di Tropea caramellate

Per 500 grammi di cipolle di Tropea caramellate servono 20 grammi di zucchero di canna, 50 ml di aceto di mele, 50 ml di aceto balsamico di Modena, qualche cucchiaio di acqua, olio extravergine d’oliva e sale quanto basta. Tagliate grossolanamente le cipolle pulite e fatele appassire in padella con i due tipi di aceto, lo zucchero, l’olio e un paio di cucchiai di acqua. Tenete la fiamma bassa e fate cuocere per una mezz’oretta girando spesso ma delicatamente, aggiungendo altra acqua se notate che il fondo di cottura si sta ritirando troppo. Le cipolle caramellate sono pronte per essere gustate, e si mantengono in frigo per qualche giorno.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.