Pasta fredda con pesto e tonno

Pasta pesto e tonno

Foto Shutterstock | lorenzo_graph

  • facile
  • 1 ora
  • 4 Persone
  • 470/porzione

La pasta fredda con tonno e pesto è un primo piatto fresco e dal profumo estivo, da gustare nelle giornate più calde. Per preparare questa pasta dovrete innanzitutto dedicarvi alla preparazione del pesto genovese che userete come condimento cremoso per il tonno e che, assieme alla rucola e ai pinoli, arricchirà la vostra insalata di pasta fredda. Se preferite potete usare una pasta integrale, ricca di fibre e dal gusto particolare, ma optate sempre per la pasta corta, i formati lunghi non sono adatti a questo tipo di preparazione. Tra i formati corti, vi consigliamo i fusilli, le penne e, visto che il pesto genovese è protagonista, le trofie liguri.

Ingredienti

  • pasta corta 300 gr
  • pesto 50 ml
  • tonno al naturale 200 gr
  • pinoli 1 cucchiaio raso
  • parmigiano grattugiato q.b.
  • sale q.b.
  • peperoncino q.b.
  • rucola qualche foglia

Preparazione

  1. Fate bollire l'acqua per la pasta, non molto salata, e cuocetela per il tempo necessario consigliato sulla busta. Scolatela bella al dente.

  2. Spezzettate il tonno e mescolatelo a metà del pesto.

  3. Lavate la rucola.

  4. Scolate la pasta, sciaquatela sotto l'acqua fredda per bloccare la cottura e conditela con l'altra metà di pesto e un pizzico di peperoncino e i pinoli.

  5. Aggiungete il tonno con il pesto e mescolate bene. Mettete in frigorifero per un'ora.

  6. Tirate fuori la pasta fredda con pesto e tonno e unite le foglie di rucola, mescolate e servite, se volete aggiungendo un po' di parmigiano grattugiato al momento.

Variante con il pesto alla siciliana

La principale variante che vi offriamo è quella con il pesto alla siciliana, che è preparato con le mandorle al posto dei pinoli e 3 pomodorini ciliegia spellati e mescolati con gli altri ingredienti. Inoltre sostituite il parmigiano con il pecorino o la ricotta salata. Usate poi del tonno fresco a dadini appena scottato in padella. Quest’ultimo suggerimento vale anche per la ricetta base. Se invece usate il tonno sottolio e non al naturale, sgocciolatelo grossolanamente e diminuite le dosi dell’olio extravergine di oliva, che vi abbiamo dato negli ingredienti, della metà.

Pasta fredda: le varianti della ricetta

Un’altra variante che vi consigliamo è quella di usare un pesto di mandorle e capperi o un pesto di rucola e pomodori secchi per condire la vostra pasta. Nel primo caso potete aggiungere dei pomodorini ciliegia al posto dell’insalata di spinaci, nel secondo suggeriamo delle olive nere e dei capperi. Deliziosa è sicuramente una versione di questa pasta fredda con il pesto di pistacchi. Infine vi suggeriamo di aggiungere 100 gr di ricotta o di panna per dare più cremosità alla pasta.

Conservazione

Potete conservare la pasta fredda con pesto e tonno in frigorifero coperta con la pellicola o con carta di alluminio per un giorno, oppure in un contenitore a chiusura ermetica anche per due giorni.

Vino consigliato

Per questa pasta fredda consigliamo un Pigato DOC, vino ligure, che spesso viene abbinato al pesto, ma che è ottimo anche per la cucina di mare in generale. Ha un profumo intenso, fruttato con sentori di ginestra. Al palato è asciutto e morbido.

Parole di Manuela Deleo