Pinza della Befana

Pinza della Befana

  • facile
  • 2 ore e 30 minuti
  • 6 Persone
  • 340/porzione

La Pinza della Befana è un dolce veneto antichissimo, che si consuma tradizionalmente nella festività dell’Epifania. L’ingrediente principale è la farina gialla e la frutta secca, dunque è una specie di pizza di polenta dolce, ottima accompagnata da un liquore corposo come il Nocino o da un dolce Passito. Questo dolce tipico è perfetto per grandi e piccini ed è un vero e proprio carico di energie, quindi attenzione a non esagerare e precederlo con un pasto non troppo pesante.

Ingredienti

  • 250gr farina gialla
  • 100gr farina bianca
  • 50gr uvetta
  • 2 bicchierini di grappa
  • 1 cucchiaino di sale
  • 100gr burro
  • 150gr zucchero
  • 50gr fichi secchi a pezzetti
  • 50gr pinoli
  • 1 cucchiaio di scorza grattugiata di arancia
  • 1 cucchiaino di semi di finocchio
  • zucchero a velo q.b.

pinza befana

Preparazione

  1. Innanzitutto preparate una polenta versando a pioggia la farina gialla in 1 litro circa di acqua salata con il cucchiaino di sale.
  2. Cuocete la polenta per circa 30 minuti, mescolando quasi in continuazione con un mestolo di legno.
  3. Intanto mettete a bagno l’uvetta nella grappa.
  4. Quando avrete ottenuto una polenta senza grumi e non troppo densa, toglietela dal fuoco e fatela raffreddare per 10 minuti circa.
  5. Accendete il forno a 170 ° e imburrate e infarinate bene uno stampo circolare o quadrato.
  6. Una volta preparata la polenta, impastatela con gli altri ingredienti: amalgamate la farina bianca, il burro, lo zucchero, la scorza di arancia, i semi di finocchio, i pinoli, i fichi secchi e l’uvetta rinvenuta nella grappa e strizzata.
  7. Mescolate bene il tutto, mentre aggiungete volta per volta gli ingredienti.
  8. il composto dovrà risultare piuttosto denso… ma non troppo
  9. Infine trasferite tutto nello stampo e infornate per circa 1 e ½ ora circa.
  10. Quando la sfornate, fatela un poco raffreddare e poi sformatela con delicatezza e, prima di servirla, cospargetela con zucchero a velo.
  11. Servire tiepida o fredda con un buon liquore anche caldo!
 
Foto da Francesco Carbone

Parole di Claudia