Sangria bianca alle pesche

sangria alle pesche

Foto Shutterstock | Ekaterina Kondratova

  • facile
  • 20 minuti
  • 3 Persone
  • 173/porzione

C’è chi dice che la sangria bianca non faccia parte della cucina spagnola ma che sia una variante della sangria ideata in Portogallo, sempre usando le pesche. Il fatto è che in tutto il mondo esistono centinaia di versioni modificate di questo drink alcolico a base di vino (che può essere rosso e bianco, fermo o frizzante) e frutta fresca praticamente di qualsiasi tipo. Potete aumentare la proprietà alcolica di questo cocktail aggiungendo alla ricetta, secondo il gusto personale, un paio di cucchiai di brandy, di cognac o di cointreau. Potete arricchirlo anche con del rum, ovviamente e rigorosamente bianco.

Ingredienti

  • 500 ml di vino bianco
  • 2 pesche
  • 2 prugne o susine bianche
  • 1 mela verde
  • 1 chiodo di garofano
  • 1 cucchiaino di miele
  • Qualche fetta di lime o limone

Preparazione

  1. Versate il vino in un contenitore capiente di vetro, sia esso una terrina o un bel boccale.
  2. Lavate le pesche, la mela e le prugne (o susine) molto bene, e dopo averle asciugate accuratamente affettatele dello spessore che più ti piace
  3. Mettete la frutta tagliata nel contenitore col vino e aggiungete il chiodo di garofano e il miele.
  4. Mescolate bene per un minuto e fate riposare coperto in frigo per almeno un’ora prima di servire.
  5. Versate la sangria bianca in bicchieri capienti e decorate con le fettine di lime e la menta lavata e asciugata.
  6. Decorate con foglioline di menta.
 
Puoi provare la tua fantasia aggiungendo anche degli sciroppi e sperimentando nuovi giochi cromatici con l’uso del vino rosè.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.