Uovo di Pasqua

uovo di pasqua di cioccolato

Foto Shutterstock | Africa Studio

  • media
  • 3 ore
  • 4 Persone
  • 500/porzione

Come fare un uovo di Pasqua in casa senza sbagliare? Con la nostra ricetta potrete preparare a casa uno dei dolci pasquali più amati e simbolo della festa. C’è chi preferisce l’uovo di cioccolato al latte, e chi fondente o ripieno, ma quello su cui tutti concordano è che regalarlo a Pasqua non è solo una tradizione antichissima ma anche un momento di gioia e condivisione a cui è difficile rinunciare. Le uova di Pasqua da scartare, infatti, piacciono ai bambini ma anche ai grandi ed esistono in tantissime golose varianti che solitamente si acquistano già pronte. Eppure l’uovo di Pasqua fatto in casa è un dolce che può essere reso ancora più speciale. Infatti potrete scegliere quale dono inserire all’interno, per creare le uova pasquali con sorpresa personalizzata che saranno graditissime! Con questa ricetta imparerete a temperare il cioccolato fondente o al latte per ottenere un risultato perfetto, un uovo lucido e senza crepe. Una volta realizzato vedremo anche come decorare l’uovo di Pasqua per renderlo davvero unico.

Ingredienti

  • cioccolato fondente 500 gr

Preparazione

  1. Riducete in scaglie il vostro cioccolato all'interno di una ciotola di vetro resistente al calore. Riempite una pentola di diametro inferiore alla ciotola con acqua, fino 2/3. Mettetela su fuoco medio basso e fate scaldare. Con l'aiuto di un termometro da pasticceria controllate la temperatura dell'acqua che dovrà raggiungere i 95°. tenete presente che l'acqua bolle a 100° quindi, se non avete un termometro da pasticceria, potete fermarvi poco prima che l'acqua raggiunga il punto di ebollizione.

  2. Mantenendo la temperatura dell'acqua a 95°, adagiate sulla pentola la vostra ciotola di vetro contenente il cioccolato. Il cioccolato inizierà a sciogliersi a partire da una temperatura di 36° e continuerà a fondere pian piano. È importante però che l'acqua non arrivi mai ad ebollizione per non alterare la struttura e la consistenza della crema. Mentre il cioccolato si scioglie, mescolatelo continuamente e delicatamente con un cucchiaio di legno in modo che il cioccolato sul fondo della ciotola non si scaldi più di quello in superficie.

  3. Quando il cioccolato sarà fuso allontanate la ciotola dal fuoco, senza spegnerlo. Con una spatola in silicone, mescolate energicamente il cioccolato in modo che inizi a raffreddarsi: la temperatura dovrà scendere fino ai 26°/28°. Per temperare al meglio il cioccolato, una volta tolto dal fuoco, dovreste versarlo su un piano di marmo o di metallo: con una spatola in silicone stendetelo e poi riunitelo, ripetendo questo movimenti velocemente fino a quando il cioccolato non arriva ad una temperatura di 28 gradi.

  4. Rimettete la ciotola di vetro con il vostro cioccolato fuso sul fuoco: per temperare il cioccolato, infatti, dovrete rimetterlo a bagnomaria e attendere che la temperatura si alzi nuovamente e raggiunga i 30°-31°. Se per errore il cioccolato dovesse scaldarsi troppo e superare i 33° dovrete ricominciare tutto il procedimento dall'inizio.

  5. A questo punto il cioccolato è pronto per esser versato nello stampo a forma di uovo. Versate un primo strato di cioccolato e fatelo ruotare in modo che ricopra completamente la superficie dello stampo fino ai bordi. Aiutatevi con una spatola in silicone o con un pennello da pasticceria, se necessario. Ripetete l'operazione con l'altra metà dello stampo per uovo di Pasqua.

  6. Posizionate lo stampo capovolto su una teglia o un vassoio per raccogliere il cioccolato in eccesso che colerà. Lasciate cristallizzare il cioccolato per 20 minuti. Quando si sarà solidificato versate altro cioccolato all'interno degli stampi e, ripetendo il procedimento, create un ulteriore strato che dia spessore alle vostre uova di cioccolato. Lasciate cristallizzare per 20 minuti e ripetete per la terza volta questo passaggio esaurendo tutto il cioccolato in eccesso.

  7. A questo punto, con un coltello a lama sottile o con un raschietto da cucina, rimuovete il cioccolato in eccesso sui bordi e rifiniteli. Lasciate rassodare il cioccolato per 2 ore circa. Quando le uova di cioccolato si saranno ben solidificate potrete sformarle: vi basterà applicare una leggera pressione agli stampi per rimuovere facilmente le vostre uova di cioccolato.

  8. Scaldate una padella che sia più grande del vostro uovo di cioccolato, o una placca da forno e, quando sarà ben calda rimuovetela dal fuoco e appoggiatela sul piano di lavoro. Prendete una metà del vostro uovo di Pasqua e scaldate i bordi poggiandolo sulla padella calda.

  9. Dopo aver inserito all'interno dell'uovo di cioccolato la vostra sorpresa, fate coincidere le due metà e tenete in posa per 1-2 minuti in modo che il vostro uovo sia ben sigillato.

Uova al cioccolato fatto in casa: trucchi per farlo bene

uovo di pasqua di cioccolato fondente fatto in casa

Foto Shutterstock | margouillat photo

Al posto della ciotola di vetro, potete utilizzare anche un contenitore in acciaio ma dovrete prestare maggior attenzione alla temperatura dell’acqua. Fate attenzione anche al momento in cui fondete il cioccolato: quest’ultimo non deve mai entrare in contatto con l’acqua o tenderà a formare grumi. Proprio per questo motivo, non usate mai il coperchio quando sciogliete il cioccolato a bagnomaria perché le goccioline di vapore potrebbero cadere nel cioccolato rovinando la consistenza della crema. Una volta realizzate le forme di cioccolato, se la temperatura della stanza supera i 20° vi consigliamo di riporre gli stampi delle vostre uova di Pasqua in frigorifero. Se, invece, l’ambiente è abbastanza fresco non è necessario; attenzione però a non mettere mai le uova di cioccolato in freezer.

Come decorare un uovo di Pasqua?

come decorare uovo di pasqua

Foto Shutterstock | margouillat photo

Con scaglie di cioccolato bianco o al latte, con la frutta secca, con glasse bianche e colorate, foglie d’oro o applicando decorazioni in pasta di zucchero o marzapane. Insomma, liberate la fantasia e create delle uova di cioccolato golose e davvero uniche!

Uovo di Pasqua fondente o al latte: come temperare il cioccolato

Crema ganache al cioccolato in una ciotola di legno

Foto Shutterstock | Liliya Kandrashevich

Quando ci si chiede come fare le uova di Pasqua in casa i dubbi maggiori riguardano il temperaggio del cioccolato. Temperare il cioccolato non significa semplicemente scioglierlo ma, come vi abbiamo indicato in questa ricetta dell’uovo di Pasqua, il temperaggio del cioccolato comprende diverse fasi. Il riscaldamento e il raffreddamento del cioccolato a temperature molto precise con lo scopo di allineare le molecole del burro di cacao contenute nel cioccolato per renderlo plastico e lucente.
temperare cioccolato per uovo di pasqua

Foto Shutterstock | margouillat photo

In altre parole, se vi limitate a fondere il cioccolato a bagnomaria senza temperarlo o ancor di più a scioglierlo utilizzando semplicemente il forno a microonde, non potrete ottenere delle belle uova di Pasqua perché il cioccolato formerà cristalli instabili. Quindi, una volta solidificatosi, avrà un aspetto disomogeneo: si formerà la classica patina bianca in superficie data dal burro di cacao oppure potrete vedere delle piccole crepe e striature.
uovo di cioccolato al latte

Foto Shutterstock | Africa Studio

Se invece temperate il cioccolato seguendo la nostra ricetta per le uova di Pasqua otterrete un cioccolato brillante e omogeneo, che si solidificherà più velocemente e che potrete rimuovere dagli stampini senza difficoltà. Ricordatevi che, a seconda del cioccolato che utilizzate, le temperature per un corretto temperaggio variano leggermente. Ecco, quindi, un riepilogo utile se volete sapere come fare l’uovo di Pasqua alla perfezione! I numeri indicano la temperatura di fusione, la temperatura di raffreddamento e la temperatura di rialzo.
  • Cioccolato fondente 50° 28° 31°

  • Cioccolato al latte 50° 27° 30°

  • Cioccolato bianco 54° 26° 29°

Infine vi chiederete: come conservare l’uovo di Pasqua fatto in casa? Potete conservare le vostre uova di Pasqua al cioccolato in un luogo fresco e asciutto, al riparo da fonti di luce dirette, per circa 30 giorni.

Potrebbe interessarti anche

Tagliere di legno con salame di cioccolato a fette

Foto Shutterstock | Liliya Kandrashevich

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.