Capesante al rosato

capesante allo champagne

  • default-difficolta
  • default-
  • 1 Persone
  • n.d.

capesante allo champagne  
Le capesante allo champagne sono un antipasto molto raffinato, che in questo caso assume anche un sapore diverso grazie all’utilizzo dello champagne rosato nella preparazione al posto di quello bianco. Se non lo trovate potete utilizzare un vino rosato frizzante, purchè sia una bottiglia che conoscete bene e delle quali sapete le caratteristiche e soprattutto se non avete dubbi sulla sua qualità. L’uso di una bottiglia di vino scadente in questo caso potrebbe compromettere la realizzazione dell’intero piatto.  

Ingredienti

  • 32 capesante
  • champagne rosè 300 ml
  • 1 scalogno
  • timo fresco
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe

Preparazione

 
Tritate lo scalogno e mettetelo in una ciotola di vetro insieme all’olio, lo chamapagne e rametti di timo. Pulite le capesante e staccate i molluschi insieme al corallo. Lavatele sotto l’acqua, togliendo le barbe color beige e la sacca grigia, poi mettete in acqua fredda per togliere eventuale sabbia. Una volta terminato di aprire le capesante asciugate i molluschi e metteteli nella ciotola con la marinata preparata. Aggiungete una macinata di pepe e metteteli in frigorifero, coperti, per un paio d’ore.  
Intanto prendete 8 conchiglie vuote, lavatele e asciugatele. Poco prima di servire fate saltare a fiamma alta le capesante scolate bene dalla marinata per un paio di minuti, salate, pepate, quindi servite 4 molluschi in ciascuna conchiglia, completate con del timo fresco e altri fiorellini e servite subito.

Parole di Paoletta

Paoletta è stata collaboratrice di Buttalapasta dal 2008 al 2011, spaziando tra tutte le tipologie di ricette, dai primi ai contorni, dai secondi ai dolci.