I Grostoli

grostoli

  • facile
  • 1 ora
  • 10 Persone
  • 430/porzione

Sono frittelle tipiche del Carnevale in Trentino e sono molto simili alle “chiacchiere” della Campania e Lombardia. La differenza è nell’uso di alcuni ingredienti come il latte invece del vino, dell’olio e strutto al posto del burro. Anche la “storia” di queste squisite frittelle dolci è molto antica. Le troviamo citate nei ricettari del settecento e in quelli degli Asburgo. A parlarne per primo è stato Aldo Bertoluzza nel suo libro “De coquina (secc. XVI-XVII)”. A Transcaqua in provincia di Trento, i grostoli vengono distribuiti gratis in occasione della sagra in onore di Sant’Antonio Abate, il 17 gennaio.

Ingredienti

  • 500gr di farina bianca
  • 50gr di strutto
  • 2 cucchiai di olio
  • 100 g di zucchero
  • 2 uova
  • 25gr di lievito di birra
  • buccia di limone
  • 1 bicchierino di grappa
  • 1 bicchiere di latte
  • un pizzico di sale
  • olio per friggere
  • zucchero a velo

grostoli

Preparazione

  1. Su di una spianatoia mettete la farina a fontana ed aggiungete man mano tutti gli ingredienti. Amalgamate il tutto fino ad ottenere un impasto compatto, ma elastico.
  2. Coprite la pasta con un telo e fatela riposare (qualcuno dice “coccolatela”) per circa 30 minuti.
  3. Tagliate la pasta a pezzetti e ricavatene tante strisce. Friggetele in abbondante olio caldo, ma non bollente.
  4. Quando saranno belle dorate e croccanti, asciugatele sulla carta assorbente per cucina. Fate raffreddare e poi ricoprite i grostoli con lo zucchero a velo.
Foto di nozzamocs

Parole di Lucia