La torta Angelica

La torta angelica

  • facile
  • 40 minuti
  • 6 Persone
  • 327 Kcal/porzione

La torta angelica La torta angelica è una ricetta tipicamente toscana che prevede una lunga preparazione, per le molteplici lievitazioni necessarie per garantire la morbidezza di questo dolce! Scenografica da vedere e soffice da mangiare, è possibile realizzare questa torta anche con una farcitura diversa, magari salata, che vi permette di poterla servire come primo e come dessert. Vediamo insieme come realizzare la ricetta originale con uvetta e arancia candita, se i vostri ospiti sono piccoli vi consigliamo di utilizzare delle gocce di cioccolato, molto più gustose anche per loro.

Ingredienti

  • 535 gr di farina di grano tenero (manitoba)
  • 13 gr di lievito di birra
  • 75 gr di acqua
  • 75 gr di zucchero
  • 120 gr di latte tiepido
  • 3 tuorli
  • 1 cucchiaino di sale
  • 120 gr di burro ammorbidito
  • 75 gr di uvetta
  • 75 gr di scorza d'arancia

Preparazione

  1. Iniziate a preparare il lievitino o lievito madre, un impasto fermentato che grazie all’anidride carbonica prodotta dai batteri e dai fermenti lattici che si creano al suo interno, favorisce la lievitazione naturale; sappiamo che la preparazione può essere un po’ lunga ma il risultato ripaga di ogni sforzo fatto.
  2. Per creare il lievitino è necessario unire 135 gr di farina manitoba, 13 gr di lievito di birra e 75 gr di acqua.
  3. Lasciate lievitare il composto coperto per circa 30 minuti, fino a quando non raggiunge il doppio del suo volume.

  4. Create ora l’impasto della torta unendo in una terrina 400 gr di farina, lo zucchero e il sale.
  5. Mescolate tutto per bene e successivamente unite il latte tiepido, i tuorli, il burro ammorbidito e create un impasto omogeneo.
  6. Lavorate molto bene questo composto, stendetelo sulla spianatoia e aggiungete il lievitino.
  7. Amalgamate i due impasti con attenzione fino ad ottenere un unico composto.
  8. Lasciate ora riposare il nuovo impasto in una terrina, copritelo e fatelo lievitare fino a quando non raggiunge il doppio delle sue dimensioni.
  9. Raggiunte le dimensioni ideali, stendete il composto sulla spianatoia fino a creare un rettangolo abbastanza grande, con uno spessore di circa 3 millimetri.
  10. Distribuite quindi al suo interno l’uvetta e la scorza di arancia.
  11. Arrotolate la pasta per il lato più lungo e successivamente, prestando molta attenzione a questa operazione.
  12. Tagliate il rotolo in due seguendo il senso della lunghezza.
  13. Intrecciate quindi le due metà ponendo la parte tagliata verso l’alto, chiudete tutto a ciambella.
  14. Prima di tagliare e intrecciare, è conveniente spostarvi su una teglia da forno ricoperta da un foglio di carta forno.
  15. Conclusa questa operazione lasciate lievitare ancora per mezz’ora fino a far raggiungere il doppio della misura.
  16. Tutte queste lievitazioni permetteranno al dolce di essere molto soffice e delicato, merito di questo risultato è sicuramente dato dall’utilizzo del lievitino e della farina manitoba.
  17. Infornate tutto a 200° per 25 minuti e successivamente provvedete a servire in tavola.
  18. A seconda dei vostri gusti è possibile glassare il dolce con un composto realizzato con 1 chiara d’uovo e a cucchiai di zucchero.
  19. Spennellate la torta appena uscita dal forno e rimettetela al caldo per qualche secondo così da farle prendere il giusto colorito scuro.
 
Foto di Valeria Luongo

Parole di Liliana Panzino