Pasta e fave alla calabrese

pasta e fave alla calabrese

  • facile
  • 40 minuti
  • 4 Persone
  • 312/porzione

La pasta e fave è un classico della tradizione culinaria italiana e, in particolare delle regioni del sud Italia. La ricetta della pasta e fave classica è quella che nasce dal connubio fave e pecorino, un classico della cucina romana.Tuttavia questo primo piatto esiste anche in un’altra variante sfiziosa e saporita, la pasta e fave alla calabrese, un primo piatto casereccio preparato con fave fresche, pomodori e guanciale, detto vijularu. La tradizione vuole che si serva con le lagane, pasta fresca calabrese simile alle tagliatelle ma più spessa e più larga. Se non avete a disposizione questa pasta, optate per un semplice spaghetto o per delle tagliatelle fatte in casa.

Ingredienti

  • 300 gr di pasta
  • 300 gr di fave sgusciate
  • 5 pomodorini
  • 50 gr di pecorino
  • 1 fetta di guanciale
  • 1 cipollotto
  • 50 ml Olio extravergine
  • Sale q.b.
  • pepe q.b.
  • basilico q.b.

Preparazione

  1. Pulite le fave togliendo il baccello e la pellicina.
  2. Tritate la cipolla e fatela soffriggere in una padella con l’olio.
  3. Tagliate il guanciale a cubetti e aggiungetelo alla cipolla.
  4. Fate rosolare dolcemente e aggiungete le fave.
  5. A piacere potete aggiungere del finocchietto selvatico lavato e tagliato a pezzetti.
  6. Fate insaporire un paio di minuti, aggiungete sale, pepe e fate cuocere per 5 minuti.
  7. Aggiungete i pomodorini tagliati a pezzetti ed il basilico.
  8. Mescolate e fate asciugare un po’ il sughetto.
  9. Cuocete la pasta in abbondante acqua salata e scolatela.
  10. Versate la pasta nella padella con il sughetto.
  11. Aggiungete il pecorino grattugiato e saltatela con il sugo di fave.
  12. Servite aggiungendo foglie di basilico per decorare.
Le fave fresche contengono circa il 5% di proteine, appena il 4% di carboidrati complessi e praticamente lo 0% di lipidi. Sono ricche di fibre che aiutano a tener controllata la glicemia. Sono preziose per le donna in gravidanza in quanto contengono una notevole concentrazione di folati e un buon contenuto di vitamina C. Le fave secche sono il legume di casa nostra che contiene più proteine in assoluto, il 27% contro il 20 di fagioli, ceci e lenticchie secche. Come tutti i legumi secchi andrebbero consumate cotte dopo un lungo ammollo in acqua per allontanare le sostanze antinutrienti. Per la ricetta della pasta e fave alla calabrese vi consigliamo un vino sempre di Calabria, il Lamezia Rosso Riserva Doc, dal profumo fruttato e dal sapore asciutto. Foto di GinaVisione

Parole di Alessandra Grechi

Da non perdere