Arrosto di vitello con uva

arrosto con uva

  • default-difficolta
  • default-
  • 1 Persone
  • n.d.

arrosto con uva  
L’arrosto di vitello con uva è un modo autunnale e saporito per presentare questo classico pezzo di carne, profumato anche da foglioline di salvia. Il taglio usato è la sottofesa, conosciuta anche come codino o sottonoce, ed è un taglio pregiato del vitello, trovandosi nel quarto posteriore. Potete sostituire con il girello, lo scamone o la noce, tagli anche questi ottimi per l’arrosto. Accortezza da avere durante la preparazione di questo piatto è quella di schiacciare l’uva delicatamente, per non rompere anche i semini, che sono amari.  

Ingredienti

  • sottofesa di vitello 900 g
  • uva bianca 600 g
  • salvia 12 foglie
  • 4 spicchi di aglio
  • burro 30 g
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe in grani

Preparazione

 
Spremete metà degli acini di uva lavati e asciugati nello schiacciapatate, raccogliendo il succo in una ciotola. Pulite la salvia e infilatela in piccoli taglietti che avrete praticato sul taglio di carne, poi salate uniformemente.  
Sciogliete il burro insieme a poco olio una casseruola e rosolatevi la carne per un paio di minuti per lato, girandola attentamente in modo da non forarla, poi irrorate con il succo di uva, gli spicchi di aglio schiacciati e la salvia rimasta.  
Cospargete con del pepe macinato al momento, poi abbassate la fiamma e cuocete per un’ora. Unite poi gli acini interi, togliete l’aglio e fate ancora cuocere per 5 minuti, in modo da scaldare l’uva.  
Spegnete, mettete la carne su un tagliere e avvolgetela in un foglio di alluminio per 5 minuti, in modo da farla riposare. Tagliate e servite l’arrosto a fettine insieme al fondo di cottura.

Parole di Paoletta