Gazpacho verde

Gazpacho verde

  • default-difficolta
  • default-
  • 1 Persone
  • n.d.

gazpacho verde Per queste caldissime giornate il gazpacho è una scelta perfetta, visto che si tratta di una zuppa fredda, e oggi vi proponiamo questo particolare gazpacho verde, decisamente diverso dai soliti di colore rosso o arancione a base di pomodori e peperoni. Le verdure sono molto consigliate per i giorni più caldi, perché sono leggere, non appesantiscono, e poi sono ricche di sali minerali e di acqua, che servono a riequilibrare il corpo dopo le abbondanti sudate causate dal cald; se poi sono sotto forma di una zuppa fredda sono ancora più buone.

Ingredienti

  • 3 porri (sostituibili con 5/6 cipollotti con molto verde)
  • 1 cetriolo
  • 200 g. di spinaci teneri
  • 150 g. di fave private anche della pellicina interna (le trovate facilmente surgelate), sostituibili da pisellini teneri (anch’essi ottimi surgelati) opzionali
  • poco vino bianco secco
  • aceto di vino bianco q.b.
  • olio d’oliva extra vergine q.b.
  • sale q.b.
  • crostini di pane a piacere aromatizzati strofinandoli con aglio
  • 7,5 dl. di brodo vegetale

Preparazione

Pulite tutte le verdure, e tagliatele a pezzetti (ricordatevi di eliminare i semi dal cetriolo), lavatele e mettetele in una pentola. Unite due cucchiai di olio d’oliva, due di vino bianco secco e il brodo.  
Fate cuocere fino a quando le verdure saranno tenere.  
Usando un frullatore ad immersione riducete il tutto in crema omogenea. Condite con olio d’oliva, aceto e sale a piacere, e aggiungete un po’ di acqua se vi sembra troppo denso. Mettete in frigorifero per almeno due ore.  
Lessate in acqua salata lasciandole croccanti le fave o i piselli e fate raffreddare anche loro.  
Al momento di servire distribuite il gazpacho in ciotole e cospargete con le fave o i piselli, se li usate. Servite assieme a dei crostini di pane, aromatizzati o meno all’aglio.

Parole di GIeGI

Da non perdere