Marmellata di mele

Marmellata di mele

Tempo:
1 h e 30 min
Difficoltà:
Facile
Porzioni:
6 Persone
Calorie:
260 Kcal/100gr

    La ricetta della marmellata di mele è probabilmente una delle più apprezzate insieme a quella di albicocche. Può essere realizzata con qualsiasi varietà del frutto, seppur con i dovuti accorgimenti, ed essere utilizzata come al solito spalmata sulle fette di pane per colazione o come ripieno di crostate farcite. La marmellata di mele veloce può essere aromatizzata con diverse spezie, tra le quali quelle più indicate sono la cannella e lo zenzero. Se opportunamente confezionata, può trovare spazio all’interno delle ceste natalizie homemade destinate ad amici e parenti. Tra le ricette delle marmellate questa vi farà fare un’ottima figura.

    Ingredienti

    Ingredienti Marmellata di mele per sei persone

    • 2 kg di mele
    • 1 limone

    Ricetta e preparazione

    Come fare la Marmellata di mele

    Selezionate delle mele sane e sode, mature al punto giusto e prive di imperfezioni ed ammaccature.

    Adesso lavatele bene ricorrendo eventualmente a poco bicarbonato, con abbondante acqua corrente.

    Eliminate il peduncolo e sbucciatele tutte tranne una (la buccia contiene pectina, la quale favorirà in maniera naturale l’addensamento).

    Tagliatele a pezzi abbastanza piccoli e tutti delle stesse dimensioni: eliminate il torsolo ed i semi.

    Trasferite le mele appena tagliate all’interno di una pentola capiente e dal fondo spesso, adatta per la realizzazione delle marmellate.

    Ponetela sul fornello e, mantenendo la fiamma media, portate a bollore la frutta.

    Solo a questo punto unite lo zucchero semolato ed il succo del limone appena spremuto e filtrato.

    Da questo momento la frutta dovrà cuocere per almeno 45 minuti su fiamma bassa.

    Mescolate spesso per evitare la marmellata si attacchi sul fondo inficiando il risultato finale.

    Effettuate la prova del piattino per verificare lo stato del composto: nel caso in cui risulti troppo liquido proseguite la cottura per circa 5 minuti.

    Prima di spegnere la fiamma è possibile frullare il tutto, o parte di esso, per ottenere una marmellata vellutata.

    Nel caso in cui preferiate un risultato più rustico saltate questo passaggio.

    Spegnete la fiamma e trasferite la marmellata ancora molto calda all’interno dei vasetti di vetro, che avrete precedentemente sterilizzato.

    Avvitate bene i tappi e capovolgeteli per favorire la creazione del sottovuoto.

    Fateli raffreddare in questa posizione, coperti con un canovaccio pulito, quindi riponeteli in dispensa.

    Varianti

    Numerose, come anticipato, sono le possibili varianti. Iniziamo con la marmellata di mele cotogne. Queste rappresentano un prodotto autunnale spesso sottovalutato, eppure ottimo nella realizzazione di diversi dessert, in particolar modo delle confetture, grazie all’abbondante contenuto di pectina. Per preparare la relativa marmellata l’unico accorgimento rispetto alla ricetta riportata sopra sta nel lungo lavaggio della frutta volto ad eliminarne la peluria superficiale. Una volta tagliate a pezzetti, poi, fatele riposare tutta la notte insieme a zucchero e succo di limone: così procedendo si ammorbidiranno come dovuto.

    La marmellata di mele rosse si realizza senza particolari stravolgimenti. Nel caso in cui i frutti siano meno dolci del solito potrete sempre unire dello zucchero in più, a seconda dei vostri gusti.

    E’ possibile preparare una marmellata di mele senza zucchero? Assolutamente sì. In questo caso eliminatelo completamente dalla ricetta ed abbondate con la cannella. Una volta pronta, la conserva va consumata entro tre giorni al massimo.

    Come conservarla

    Come tutte le marmellate, anche quella di mele si conserva in un luogo fresco ed asciutto, lontano dalla luce diretta del sole. In queste condizioni si mantiene al meglio per diversi mesi, anche per un anno.

    Photo by Hannah Queen / CC BY

    VOTA:
    3.5/5 su 2 voti