Cartellate pugliesi

vassoio con cartellate pugliesi

Foto Shutterstock | Massimo Todaro

  • media
  • 1 ora e 30 minuti
  • 6 Persone
  • 452/porzione

Le Cartellate pugliesi, in dialetto “Carteddate”, sono dei dolci natalizi tipici della Puglia che si gustano proprio nel periodo delle feste di fine anno e che hanno una storia molto antica. Infatti pare che la ricetta risalga al XVI secolo. Questi dolci di Natale pugliesi sono fritti e serviti, in genere, con il vincotto, oppure cosparsi di miele. Fanno parte dei prodotti PAT, cioè dei prodotti italiani agro alimentari tradizionali tutelati dal marchio di qualità ministeriale. E ora andiamo a vedere come fare la ricetta delle cartellate.

Ingredienti

  • farina 500 gr
  • mosto cotto 200 gr
  • olio extravergine d'oliva 50 ml
  • miele 300 gr
  • sale qb
  • olio per friggere qb
  • arancia 1 scorza e succo
  • limone 1 scorza
  • cannella in polvere q.b.
  • zuccherini per decorare qb

Preparazione

  1. Per la preparazione della ricetta delle cartellate pugliesi iniziate ad aromatizzare l'olio extravergine di oliva mettendolo in un pentolino insieme alla scorza di limone e di arancia tagliata in un unico pezzo, se possibile. Fate scaldare a fuoco basso per 3 minuti, quindi spegnete e fate raffreddare.

  2. In una ciotola setacciate la farina e aggiungete l’olio d’oliva freddo senza le scorze, il mosto cotto (se non lo trovate potete usare del vino bianco) fino ad ottenere un impasto elastico simile a quello della pizza. Stendete l'impasto in una sfoglia sottile 3 millimetri.

  3. A questo punto tagliate la sfoglia con tagliapasta a rotella smerlata ricavando delle striscioline di 4 cm circa di larghezza e 30/40 cm di lunghezza.

  4. Piegate ogni striscia in due per tutta la lunghezza facendo combaciare i due lati più lunghi. Schiacciate la pasta con il polpastrello a distanza di 3 o 4 centimetri ma lasciando degli spazi, come a formare delle tasche. A questo punto arrotolate a spirale ogni striscia, in modo da ottenere delle specie di rosette.

  5. In una capiente padella friggete le cartellate in olio bollente, fino a doratura, per qualche minuto, rigirando spesso. Scolatele e mettetele a sgocciolare sulla carta assorbente.

  6. In un tegame scaldate il miele con il succo dell'arancia ma senza farlo bollire. Immergete le cartellate nel miele, fate impregnare e poi sistematele su un vassoio di portata. Infine cospargetele con zuccherini colorati e servite.

Varianti e curiosità sulla cartellate pugliesi

Cartellate pugliesi ricetta

Foto Shutterstock | simona pavan

Le cartellate pugliesi hanno una tipica forma di coroncine di pasta con i bordi seghettati, simbolo dunque delle lenzuola che avvolsero Gesù Bambino ma anche della corona di spine del Cristo. Ogni famiglia custodisce la propria ricetta della nonna gelosamente e prepara in gran quantità questo dolce, dato che è ottimo anche servito freddo. Vi basterà conservare i dolcetti fritti in un recipiente chiuso. Se non trovate il mosto cotto per l’impasto lo potete sostituire con vincotto di fichi o più semplicemente con vino bianco dolce. Al posto del miele potete bagnare le carteddate con vincotto. Per la decorazione finale potete usare anche cannella e zucchero a velo.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.