Cavolfiore alla Romagnola di Artusi

cavolfiore romagnola

  • facile
  • 30 minuti
  • 4 Persone
  • 138/porzione

Questa ricetta di Artusi presenta il cavolfiore alla Romagnola, una preparazione semplicissima ma molto gustosa che ci arriva appunto dal famoso libro dell’Artusi, che possiamo ritenere il primo libro di cucina dell’Italia unita. Questa ricetta, veramente semplice e minimale negli ingredienti, risulta comunque comunque molto saporita, sopratutto perché il cavolfiore non viene prima lessato.

Ingredienti

  • 1 o 2 cavolfiori
  • un mazzetto di prezzemolo
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 cucchiaio colmo di concentrato di pomodoro
  • olio d’oliva extra vergine q.b.
  • sale e pepe q.b.

Preparazione

    cavolfiore alla romagnola 01
  1. Dividete il cavolfiore a cimette e lavatelo accuratamente.
  2. provate la variante con il cavolo viola, verde, romano o arancione
    cavolfiore alla romagnola 01
  3. Preparate un trito con il prezzemolo e l’aglio e mettetelo in una padella con un po’ di olio d’oliva.
  4. cavolfiore alla romagnola 01
  5. Cuocete il tutto pochi minuti facendo attenzione a non bruciare l’aglio.
  6. cavolfiore alla romagnola 01
  7. Mettete il cavolfiore (crudo) nella padella senza sgocciolarlo eccessivamente, e fatelo cuocere mescolando, fino a quando “il cavolfiore non avrà assorbito il soffritto” come dice l’Artusi in modo molto espressivo.
  8. Salatelo poco e pepatelo.
  9. cavolfiore alla romagnola 01
  10. Diluite il concentrato di pomodoro in un po’ di acqua calda e versate il tutto sul cavolfiore, e mescolate.
  11. cavolfiore alla romagnola 01
  12. Fate cuocere coperto, fino a quando il cavolfiore sarà tenero ma non sfatto.
  13. cavolfiore alla romagnola 01
  14. Alla fine, se fosse ancora bagnato cuocetelo per qualche minuto scoperto.
  15. cavolfiore alla romagnola 01
  16. Servite questo cavolfiore alla romagnola come contorno a piatti di carne o al cotechino, come suggerito dall’Artusi stesso.
 
 
Questa ricetta è la numero 388 “CAVOLFIORE ALL’USO DI ROMAGNA” nel libro La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene.  
FOTO DA GIeGI

Parole di GIeGI

Da non perdere