Fichi caramellati

Fichi caramellati: ricetta per fare i fichi caramellati

Foto Shutterstock | Lesya Dolyuk

  • facile
  • 40 minuti
  • 8 Persone
  • 345/porzione

I fichi caramellati sono una ricetta golosissima, un dessert perfetto per concludere una cena o un pranzo raffinato e lasciare tutti senza parole. La ricetta della nonna è veloce e semplice, ma dal successo assicurato, e si sposa anche con il salato, specialmente con i formaggi. Dagli ingredienti alla preparazione, vediamo come realizzare questa delizia e poi… le varianti più golose e irresistibili, dai fichi caramellati al rum a quelli caramellati al porto, passando poi all’imperdibile ricetta romagnola, per una coccola di dolcezza nel segno della più grande tradizione.

Ingredienti

  • fichi, maturi ma sodi e abbastanza grandi 24
  • burro q.b.
  • zucchero 3 cucchiai

Preparazione

  1. Preriscaldate il forno a 180 gradi. Lavate ed asciugate delicatamente i fichi. Eliminate il picciolo.

  2. Disponete i fichi in una pirofila imburrata dove stiano di misura.

  3. Spolverateli con lo zucchero.

  4. Infornate e cuocete per 20/30 minuti.

  5. Alla fine della cottura il succo prodotto dai fichi deve essere caramellato sul fondo della pirofila.

  6. Serviteli caldi oppure freddi.

Fichi caramellati: le varianti più golose

Fichi caramellati, le varianti con il gelato

Foto Shutterstock | Lesya Dolyuk

Non potete perdere tutto il gusto delle varianti più golose della ricetta dei fichi caramellati. Si tratta di interpretazioni così buone da non poterne fare più a meno. Partiamo dalla versione con il rum, passando per quella dei fichi caramellati con il porto fino alla ricetta che arriva dal cuore della grande tradizione romagnola.

Fichi caramellati al rum

Per questa golosa variante, basteranno pochi ingredienti. Rispetto alla ricetta classica c’è il rum. Ve ne occorreranno 150 ml per 1 kg di fichi, 500 gr di zucchero e un bicchiere di aceto di vino rosso. Lavate la frutta senza intaccare la buccia, asciugatela e disponetela in una padella bella larga su cui stendere tutti i fichi in un solo strato, uno di fianco all’altro, con i piccioli verso l’alto. Versatevi sopra lo zucchero, a seguire l’aceto e il rum. Fate cuocere a fiamma bassissima per una, massimo 2 ore a seconda della maturazione della frutta, senza mai toccarli o mettere il coperchio. Quando vedrete formarsi il caramello, con il suo meraviglioso colore ambrato, prestate attenzione a non bruciare i fichi e ultimate dolcemente la cottura.

Fichi caramellati al porto

I fichi caramellati al porto sono perfetti per un dopo cena delizioso e ricco di sapori. Ideali da servire con un tocco di gelato alla vaniglia o malaga, sono facilissimi da preparare. Per 4 persone vi basteranno 12 fichi, un bicchiere di Porto e uno d’acqua, 60 gr di zucchero. Sistemate i fichi in una pentola bella grande per farli stare tutti affiancati e con i piccioli verso l’alto. Mescolate Porto e acqua in una ciotola, andando a incorporare lo zucchero per poi versare il tutto sulla frutta. Mettete i fichi sul fuoco, fino a ebollizione, poi spegnete e fate raffreddare. Toglieteli dalla pentola, sgocciolateli e conservate in freezer per circa 30 minuti. Nel frattempo, andrete a rimettere sul fuoco lo sciroppo rimanente, fino a restringerlo a una salsa densa. I fichi freddi andranno farciti con la salsa tiepida, da servire subito preferibilmente accompagnati da una pallina di gelato.

Fichi caramellati ricetta romagnola

I fichi caramellati non sono solo un prelibato dessert ma anche un ottimo tocco per accompagnare antipasti salati. In Emilia-Romagna si gustano con formaggi cremosi come lo squacquerone oppure con formaggi a pasta dura. Ecco gli ingredienti della ricetta romagnola, semplice e deliziosa: 1 kg di fichi, 300 gr di zucchero e un limone con buccia edibile. Disponete i fichi interi, avendo cura che i piccioli siano verso l’alto, in una casseruola larga e non troppo alta, in modo da creare uno strato (non sovrapponeteli per evitare pasticci in cottura). Aggiungete la scorza del limone a pezzetti, il succo e infine lo zucchero. Lasciate riposare per 12 ore. L’ideale è prepararli la sera per la mattina seguente. Mettete la casseruola sul fuoco bassissimo e cuocete per 2 ore circa. Quando lo sciroppo assume la consistenza e la colorazione tipiche del miele, è tempo di spegnere.

Come conservare i fichi caramellati

Invasate i fichi ancora bollenti in barattoli sterilizzati (bolliti in acqua per almeno 20 minuti), chiudete con coperchi ermetici e capovolgeteli per circa 40 minuti. Immergeteli in acqua nella pentola in cui avete sterilizzato i vasetti vuoti e fateli bollire ancora per 15 minuti, quindi estraeteli e capovolgeteli. I fichi caramellati in barattolo sono perfetti da consumare almeno dopo un paio di mesi di conservazione, da tenere in luogo fresco, asciutto e al riparo dalla luce.
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Arachidi caramellate

Mandarini al caramello

Fichi gratinati

Parole di Giovanna Tedde

Giornalista pubblicista, mi occupo da anni di contenuti web in salsa multicolor: dalla cronaca nera a quella rosa, passando per approfondimenti sull'attualità e una sana dose di buona cucina…

Da non perdere