Sushi ricette

I tipi di sushi: ecco come riconoscerli e prepararli

Il sushi non è solo una pietanza, ma una filosofia di vita. Questi piccoli bocconcini a base di riso fanno parte della tradizione culinaria del Giappone e con la loro bontà hanno conquistato il mondo. Scopriamo di più dei vari tipi di sushi e le ricette classiche per prepararli a casa.

3 di 7

3 di 7

Nigiri

Nigiri sushi
Foto Shutterstock | di Flotsam

Il nigiri è una preparazione del sushi giapponese composto da una polpettina ovale di riso ricoperta con una fettina di pesce fresco crudo o cotto. Si può trovare anche con verdure o uova di pesce. Dalla forma allungata o stretta al centro con una striscia di alga nori, il nigiri è composto solitamente da solo riso e un ingrediente come il salmone, il tonno, l’anguilla o il polpo. Per tutte le ricette di nigiri più facili da fare in casa è fondamentale la qualità e la cottura del riso.

Quale riso scegliere per il nigiri sushi e come cucinarlo

Esiste in commercio un tipo di riso adatto alla preparazione del sushi ma in mancanza potete usare del riso molto ricco di amido a chicco corto, come il riso roma. Mettete il riso in una ciotola con acqua fredda e lasciatelo in ammollo per 10 minuti, girandolo di tanto in tanto con le mani. Sciacquate poi il riso e scolatelo diverse volte, fino a quando non avrà perso tutto l’amido e l’acqua risulta trasparente. Mettete il riso in una pentola, aggiungete l’acqua fino a superare di 2 cm il riso e coprite con un coperchio. Portate l’acqua a bollore a fiamma alta, abbassate poi il fuoco e lasciate cuocere ancora per circa 12 minuti. quando l’acqua si sarà ritirata, togliete la pentola dal fuoco e fate raffreddare. Dopo averlo bollito il riso va condito con lo sushizu, una mescola a base di aceto di riso, zucchero e sale. Questo è il segreto della sua collosità.

Nigiri di pesce crudo

Come per il sashimi, anche per la realizzazione di nigiri con pesce crudo si raccomanda sempre di utilizzare pesce freschissimo e di abbatterlo o congelarlo in freezer a una temperatura di – 18 °C per almeno 5 giorni. Successivamente occorre lasciarlo scongelare in frigorifero fino al momento dell’utilizzo. Per comodità è meglio spellare e togliere le lische dai filetti di pesce prima di congelarli. Basterà poi tagliare sottili filetti del pesce scelto da adagiare sulle polpettine di riso.

Nigiri di gamberi

Formate delle polpettine di riso per sushi cotto dandogli una forma ovale di circa 6 centimetri di lunghezza e 2 di larghezza. Poi preparare i gamberi. Rimuovete la testa, sbollentateli 2 minuti in acqua salata e fermate la cottura mettendoli in acqua fredda. Togliete il carapace dai gamberi, puliteli ed apriteli a libro senza togliere la coda. Adagiate un gambero su ogni polpetta di riso e servite.

LEGGI ANCHE TARTARE DI SALMONE CON MANGO E FINOCCHI CROCCANTI

3 di 7

Pagina iniziale

3 di 7

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Buttalapasta, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.