Marmellata di albicocche col Bimby

Marmellata di albicocche col Bimby

Tempo:
1 h
Difficoltà:
Facile
Porzioni:
8 Persone
Calorie:
250 Kcal/100gr

    La marmellata di albicocche tradizionale che otterrete con la ricetta per il Bimby è una delle confetture più usate in pasticceria. Tutti sappiamo come trovi largo spazio nel ripieno di crostate e biscotti di vario tipo nonché nella farcitura di alcuni determinati dessert, come ad esempio l’insuperabile torta Sacher o i deliziosi occhi di bue. Uno dei suoi utilizzi più apprezzati è, tuttavia, quello che la vuole sulle fette di pane, tostato o meno, da accompagnare con il latte al mattino, o sulle fette biscottate spalmate con il burro, per una merenda sostanziosa adatta ai bambini nella pausa studio. E’ indubbio come tra le ricette delle marmellate questa occupi un posto d’onore: che ne dite di realizzarla con l’aiuto del Bimby per un risultato garantito?

    Ingredienti

    Ingredienti Marmellata di albicocche col Bimby per otto persone

    • 1 kg di albicocche
    • scorza grattugiata di 1 limone bio
    • 400 gr di zucchero
    • succo di mezzo limone

    Ricetta e preparazione

    Come fare la Marmellata di albicocche col Bimby

    Lavate bene le albicocche, eliminate il peduncolo laddove presente e dividetele a metà.

    Prelevate il nocciolo al loro interno e tagliatele a pezzi.

    Adesso trasferitele all’interno del boccale del Bimby.

    Unite lo zucchero semolato, il succo di limone appena spremuto e filtrato e la sua scorza grattugiata finemente.

    Impostate la cottura: 40 minuti a 100 °C velocità 2.

    Trascorso tale lasso di tempo controllate lo stato di cottura quindi fate addensare la marmellata facendola cuocere ancora per 10 minuti a temperatura Varoma velocità 2.

    In questa fase della preparazione è possibile, a piacere, frullare il composto per 30 secondi a velocità 4-5, per ottenere una marmellata dalla consistenza liscia simile ad una gelatina.

    A questo punto fate riposare il composto per qualche minuto, quindi trasferite la marmellata nei vasetti di vetro già perfettamente sterilizzati.

    Avvitate bene i tappi e capovolgeteli: fateli raffreddare in questa posizione per favorire la creazione del sottovuoto.

    Attendete il loro completo raffreddamento, quindi conservateli in dispensa o in altro luogo adatto.

    Varianti

    La marmellata di albicocche col Bimby con zucchero di canna rappresenta una apprezzata variante da poter provare. Sostituitelo a quello semolato rispettando la stessa quantità.

    Lo zucchero di canna, in realtà, ha un potere dolcificante minore: aggiungetelo modificando la quantità in base ai vostri gusti o al risultato desiderato.

    La marmellata di albicocche light col Bimby farà la felicità di chi sia a dieta o voglia mantenersi in linea. In questo caso non dovrete fare altro che unire alle albicocche anche una mela matura, bianca o rossa non importa, quindi diminuire la quantità dello zucchero portandola a 60-70 gr. Procedete come sopra.

    Siete a corto di tempo? Che ne dite di cimentarvi nella realizzazione della marmellata di albicocche col Bimby con fruttapec? Unitene una bustina e riducete i tempi di cottura, ce ne vorranno molti meno, all’incirca 15.

    Come si conserva

    Realizzare la marmellata di albicocche fatta in casa regala grandi soddisfazioni: ma come conservarla al meglio? In via del tutto generale le confetture realizzate con frutta e zucchero in uguali proporzioni possono rimanere in dispensa per circa un anno prima dell’assaggio.

    I tempi si riducono, invece, laddove la dose di zucchero sia minore. In ogni caso, una volta aperto il vasetto, la marmellata va conservata in frigo e consumata entro una settimana circa.

    VOTA:
    4.4/5 su 5 voti