Salviade (frittelle di salvia)

Salviade (frittelle di salvia)

  • default-difficolta
  • default-
  • 1 Persone
  • n.d.

salviade o frittelle di salvia Nella cucina friulana salviade indica delle gustose frittelline a base di foglie di salvia, da cui il nome. Basta preparare una pastella, tuffarci le foglie e poi friggere. Le potete fare salate, da servire come antipasto o come stuzzichino per accompagnare l’aperitivo o anche come parte di un piatto di fritto misto; oppure spolverarle con dello zucchero a velo e servirle come una saporita e particolare merenda. Questa è una ricetta friulana, ma anche in Liguria friggiamo le foglie di salvia, solamente la nostra pastella di solito non contiene uova, e quindi è più leggera, ed inoltre usiamo olio d’oliva per friggere.

Ingredienti

  • foglie di salvia grandi e prive di imperfezioni, lavate ed asciugate con delicatezza
  • un uovo intero
  • 70 g. di farina
  • latte q.b.
  • olio di semi (monoseme arachide o girasole), oppure del buon strutto, in questo caso la differenza con le similari liguri diventerà profonda q.b.
  • sale q.b.

Preparazione

Per prima cosa occorre preparare in anticipo la pastella. Versate il tuorlo dell’uovo in una ciotola, aggiungete la farina e abbastanza latte per ottenere una pastella fluida ma densa. Lasciate riposare per almeno un’ora.  
Al momento di preparare le frittelle, montate a neve ben soda l’albume dell’uovo e unitelo alla pastella, mescolando dall’alto in basso per non smontarlo.  
Mettete abbondante olio o strutto in una padella e scalda telo. Poi tuffate le foglie di salvia nella pastella e friggetele.  
Mettetele a perdere l’eccesso di unto su carta da cucina e servitele subito spolverate con del sale.  
Foto da www.ars-alimentaria.it

Parole di GIeGI