Torta Mimosa

Torta mimosa

Foto Shutterstock | Olga Gorchichko

  • media
  • 1 ora e 30 minuti
  • 10 Persone
  • 370/porzione

La torta mimosa prende il suo nome dal fiore giallo e profumato con cui si festeggiano tutte le donne in occasione dell’8 marzo. Questa torta deliziosa, infatti, è ricoperta da cubetti di pan di Spagna gialli e soffici, che ricordano i grappoli del fiore primaverile dal profumo inconfondibile e dal colore acceso con cui si celebra la Festa della donna. La ricetta della torta mimosa prevede la preparazione di una crema Chantilly all’italiana, detta anche crema diplomatica, creata dall’unione di crema pasticcera e Chantilly classica. Questa crema, dolce e profumata, viene usata per farcire tre morbidi strati di pan di Spagna e per ricoprire la torta alla mimosa prima di decorarla con il pan di Spagna a cubetti. Golosa, ricca di note profumate e contrasti di sapore, la torta mimosa è il più conosciuto e il più amato tra i dolci per la Festa della donna. Questa torta speciale, infatti, viene realizzata in tutta Italia per celebrare la Giornata internazionale della Donna. La ricetta della torta mimosa classica si presta ad essere rivisitata in infiniti modi a seconda dei propri gusti, così da diventare il coronamento perfetto del menu per la Festa delle donne; tra le varianti più famose non si possono dimenticare la torta mimosa al cioccolato e la torta mimosa all’ananas. Vediamo come prepararle.

Ingredienti

  • uova 4 + 8 tuorli
  • zucchero 220 gr
  • farina 00 240 gr
  • Sale 1 pizzico
  • Crema pasticcera 850 gr (400 ml latte, 4 tuorli, 200 ml panna liquida, vaniglia, 180 gr zucchero, 50 gr maizena)
  • crema chantilly (panna montata zuccherata) 220 gr (200 gr panna, 20 gr zucchero a velo)
  • Bagna 250 ml (50 ml Cointreau, 50 gr zucchero, 150 ml acqua)

Preparazione

  1. Torta Mimosa 1

    Per preparare la torta mimosa, dovete innanzitutto realizzare i due dischi di pan di Spagna. Rompete le uova e versatele nella ciotola della planetaria o in uno sbattitore elettrico e iniziate a montarle a velocità moderata.
  2. Torta mimosa 2

    Aggiungete un pizzico di sale e, lentamente, incorporate alle uova lo zucchero, continuando a montate il composto per una decina di minuti, fino a quando non otterrete una consistenza cremosa e le uova non avranno triplicato il loro volume. A questo punto fermate le fruste e, con l’aiuto di un colino, setacciate la farina. Poi incorporatela usando una spatola in silicone. Effettuate dei movimenti circolari dal basso verso l’alto per incorporare quanta più aria possibile.
  3. Torta mimosa 3

    Ottenuto un impasto omogeneo, privo di grumi e particolarmente soffice, trasferitelo in due tortiere a cerniera di 22 cm di diametro che avrete precedentemente imburrato e infarinato. Fate cuocere in forno statico preriscaldato a 180 C° per circa 30 minuti. Sfornate i due pan di Spagna e fateli raffreddare su una gratella. Controllate che il pan di Spagna della vostra torta mimosa sia cotto al punto giusto facendo la classica prova dello stecchino: infilate al centro del pan di Spagna uno stecchino di legno, o uno stuzzicadenti, arrivando fino al fondo. Se, una volta rimosso, risulterà pulito e asciutto potrete sfornarli.
  4. Iniziate ora a preparare la crema diplomatica per la farcia della vostra torta mimosa. Per preparare la crema pasticcera portate a bollore il latte e la panna in un pentolino; incidete il baccello di vaniglia e privatelo dei semi. Conservate i semi e aggiungete la vaniglia al latte. Fate sobbollire nel latte per 5 minuti in modo che la vaniglia rilasci tutto il suo profumo.
  5. Torta mimosa 4

    A parte, prendete un secondo tegame e versatevi lo zucchero e i tuorli, sbatteteli e mescolate aggiungendo anche i semi di vaniglia. Non è necessario montare i tuorli, continuate a sbatterli finché non si saranno ben amalgamati con il resto.
  6. Quando uova e zucchero saranno ben mescolati fra loro, setacciate la farina e unitela al composto continuando a mescolare.
  7. Rimuovete il baccello di vaniglia dal latte ormai aromatizzato e unite quest’ultimo al composto di uova, zucchero e farina. Il nostro consiglio prima di amalgamare il tutto è quello di versare un mestolo di latte nel tegame contenente le uova lo zucchero e la farina. Questo passaggio consentirà al vostro composto di essere un po’ più morbido e quindi più facilmente lavorabile.
  8. Dopo aver fatto questo primo passaggio potete proseguire con il resto: prendete il composto con le uova e versatelo nel tegame con il latte caldo, continuando a mescolarlo a fuoco dolce.
  9. Torta mimosa 5

    Mescolate fino a che la crema non si sarà addensata e avrà acquistato una consistenza abbastanza densa. Quando la crema inizierà a sbuffare, sarà il momento di spegnere il fuoco e trasferirla in una ciotola.
  10. Coprite la ciotola contenente la crema con della pellicola trasparente e riponetela in frigorifero. È consigliabile che la pellicola tocchi la superficie della crema per poter garantire una perfetta conservazione senza la formazione della pellicina.
  11. Torta mimosa 6

    A questo punto è arrivato il momento di pensare alla preparazione della bagna che utilizzerete per aromatizzare il pan di Spagna della vostra torta mimosa. In un pentolino versate lo zucchero, l’acqua e il liquore (il Cointreau è il liquore solitamente utilizzato per questo tipo di preparazione grazie al suo retrogusto all’arancia). Fate bollire per almeno 5 minuti. Quando lo zucchero si sarà sciolto completamente, rimuovete il pentolino dal fuoco e trasferite la bagna in una ciotola. Lasciate raffreddare. Una alternativa al Cointreau è il Grand Marnier, sono entrambi liquori all’essenza d’arancia e hanno la stessa gradazione alcolica. Se invece non amate il gusto di questi liquori, potete utilizzare due cucchiai di limoncello.
  12. Torta mimosa 7

    Dopo aver preparato la crema lasciata a raffreddare, preparato la bagna per ammorbidire il vostro Pan di Spagna, non vi resta che preparare la panna montata ossia la chantilly che andrete ad unire al tutto. Prendete la panna fresca e versatela nella ciotola del mixer, o del vostro sbattitore elettrico, insieme allo zucchero. Montate con le fruste ricordando di girare lo sbattitore nella ciotola sempre nello stesso verso. Per avere un panna montata ad arte è bene che tutti gli ingredienti, la panna in primis ma anche la ciotola e le fruste che utilizzerete, siano ben freddi. Ricordatevi quindi di lasciarli in frigo per almeno un’oretta prima di utilizzarli.
  13. Torta mimosa 8

    Quando la panna sarà ben montata potrete unirla alla crema preparata in precedenza: unite una prima cucchiaiata di panna montata alla crema pasticcera e mescolate in modo energico, così facendo la crema raffreddata in frigorifero tornerà ad essere morbida e facile da lavorare. Unite il resto della panna delicatamente. Effettuate dei movimenti circolari dal basso verso l’alto per incorporare quanta più aria possibile
  14. A questo punto potete iniziare a comporre la vostra deliziosa torta mimosa. Con un coltello lungo e seghettato tagliate, orizzontalmente, uno dei due pan di Spagna in modo da ricavarne 3 dischi di uguale spessore. Prendete il secondo pan di Spagna e tagliatelo verticalmente a strisce. Tagliate poi anche orizzontalmente in modo da ricavare dalle strisce dei piccoli cubetti. Metteteli da parte. Se volete un risultato ancora più preciso, eliminate da entrambi i pan di Spagna la parte più superficiale, quella leggermente più dorata aiutandovi con un coltello: partendo prima dai bordi e passando poi alla parte superiore e inferiore del disco.
  15. Torta mimosa 9

    Inzuppate il primo disco di pan di Spagna con la bagna preparata in precedenza, oramai raffreddatasi, e stendete uno strato di crema. A gradimento, potete aggiungere delle fette di frutta sciroppata tra i vari strati: ideali sono l’ananas e le pesche, che si abbineranno bene al colore giallo della vostra torta mimosa e la renderanno ancora più golosa.
  16. Poggiate il secondo disco di pan di Spagna inzuppato nella bagna e ripetete l’operazione, fino a giungere al terzo disco.
  17. Torta mimosa 10

    Una volta adagiato l’ultimo strato di pan di Spagna, ricoprite con la crema avanzata, spalmandola anche sui lati. Per livellare la crema sulla torta mimosa aiutatevi utilizzando una spatola in silicone.
  18. Torta mimosa 11

    Aiutandovi con un cucchiaio, spargete i cubetti di pan di Spagna, che avevate messo da parte, sulla vostra torta mimosa, fino a ricoprirne l’intera superficie. Quindi, mettetela in frigorifero per almeno 2-3 ore prima di servirla. Il riposo è fondamentale per permettere alla crema di raggiungere la giusta consistenza.

Varianti della torta mimosa

torta mimosa ananas

Foto Shutterstock | Ale02

Tra i dolci per la festa della donna, la torta alla mimosa è il più conosciuto e il più amato. Per questo motivo, viene preparato ogni anno in tante varianti diverse, in modo da accontentare i gusti di ogni donna. Tra le rivisitazioni più famose della ricetta della torta mimosa ricordiamo la torta mimosa la cioccolato e la torta mimosa all’ananas. Nella prima i dischi di pan di Spagna vengono fatti con una base al cioccolato fondente (o cacao) e farciti con una crema dolce alla panna; in alternativa crema al cioccolato bianco o al latte. Nella seconda invece i cubetti di ananas vengono aggiunti alla crema per dare un tocco più acidulo e gustoso al dolce. Tutte possono essere preparate con il Bimby. Ecco come: Per chi, invece, preferisce le torte alla frutta, una delle ricette più apprezzate è quella della torta mimosa al limone: farcite il pan di Spagna con una crema al limone, dopo averlo bagnato con uno sciroppo di zucchero aromatizzato al limoncello. Con lo stesso procedimento, la torta mimosa si presta ad essere declinata in infinite varianti: vi basterà scegliere il liquore che preferite per la bagna e aggiungere un aroma fruttato alla crema per la farcitura. Una versione golosa e fresca è, ad esempio, la torta mimosa alle fragole. Una volta che avrete realizzato il pan di Spagna seguendo la ricetta della torta mimosa classica, vi basterà inzupparlo in una bagna alla fragola. Per farla vi occorreranno: 300 gr di fragole, 1 bicchierino di Maraschino o Fragolino, 3 cucchiai di zucchero, succo di 1 limone. Pulite bene le fragole, lavatele e tagliatele a fettine, quindi fatele marinare con il liquore, lo zucchero e il limone. Usate questa bagna per insaporire il pan di Spagna e unite le fragole, così aromatizzate, alla crema che userete per la farcitura. Infine, come decorazione, potete aggiungere anche delle fragole fresche sulla cupola della vostra torta mimosa. Se, invece, preferite optare per della frutta di stagione, una variante deliziosa e profumata è quella ai fiori d’arancio. Per fare la torta mimosa al fior d’arancio vi basterà aggiungere al composto con cui andrete a realizzare il vostro pan di Spagna la scorza grattugiata di un’arancia, meglio se proveniente da agricoltura biologica, e il suo succo spremuto e filtrato. Per rendere ancora più intenso il profumo e il gusto dell’arancia, aggiungete alla crema realizzata secondo la ricetta della torta mimosa originale, 1 cucchiaio di acqua di fior d’arancio e 2 cucchiai di liquore all’arancia; Cointreau e Grand Marnier sono i più adatti per questa torta mimosa.

Come si bagna la torta mimosa

fetta di torta mimosa

Foto Shutterstock | Ale02

Quale liquore usare? Il pan di Spagna non è per sua natura un dolce umido ma, per alcune ricette, come nel caso della torta mimosa, è necessario bagnarlo e conferirgli un aroma e una consistenza particolari. Il pan di Spagna deve essere bagnato accuratamente, specie sui bordi, ovvero la parte che rimane più secca. Per farlo potete adagiare i dischi di pan di Spagna, inzuppandoli direttamente nella bagna, ma, se volete essere più accurate e non volete rischiare di rovinare o rompere il vostro pan di Spagna, il consiglio è quello di utilizzare un pennello per dolci o una boccetta di plastica con beccuccio in modo da distribuire la bagna delicatamente su tutta la superficie. Preparare una bagna per torte è molto semplice e potrete adattarla ai vostri gusti con grande facilità. La classica bagna per torte è uno sciroppo di acqua, zucchero e rum o altri liquori aromatici. Per la torta mimosa, le bagne alcoliche più indicate sono quelle a base di Gran Marnier, Cointreau, Strega, rum e limoncello. Se preferite una bagna analcolica vi basterà arricchire lo sciroppo di acqua e zucchero con la scorza di un’arancia o di un limone, con un aroma per dolci o con il succo della frutta sciroppata.

Come fare la torta mimosa a cupola

torta mimosa a cupola

Foto Shutterstock | zoryanchik

Per realizzare la torta mimosa a cupola si può ricorrere a due diverse strategie: potete disporre i quadratini di pan di Spagna concentrandone una maggiore quantità al centro del dolce, così da creare la forma di una cupola. Potete tagliare i dischi di pan di spagna di diametri diversi ponendo alla base il più grande e finendo con il più piccolo oppure potete ricorrere ad uno stampo apposito, come quello da zuccotto. In questo caso non dovrete far altro rivestire lo stampo da zuccotto con fettine sottili di pan di Spagna, alternando la crema in ogni strato, esattamente come previsto dalla ricetta della torta mimosa classica.

Come decorare la torta mimosa

come fare e decorare la torta mimosa

Foto Shutterstock | rocco d’errico

La torta mimosa è facilmente riconoscibile per il suo aspetto. Spesso la si decora semplicemente ponendo sopra un rametto di vera mimosa, ma nulla vieta di sbizzarrirsi con altre possibili decorazioni. Se avete optato per la torta mimosa alle fragole, potete decorare la cupola di questo dolce aggiungendo ai cubetti di pan di Spagna qualche fragola fresca. Allo stesso modo, la torta mimosa al cioccolato può esser resa ancora più golosa aggiungendo ai quadratini di pan di Spagna tante gocce di cioccolato bianco. Per una decorazione classica, adatta anche alla ricetta per la torta mimosa più semplice, ricorrete ad una spolverata di zucchero a velo; mentre, se avete organizzato un pranzo speciale per festeggiare l’8 marzo e volete concludere in bellezza il menu per la Festa della donna, potete aggiungere alla vostra torta mimosa una scritta in pasta di zucchero.

Come fare la torta mimosa monoporzione

mini torte mimosa monoporzione

Foto Envato | OxanaDenezhkina

Per fare delle mini torte mimosa, ossia delle monoporzioni, potete seguire una ricetta facilissima. Dopo aver preparato il pan di Spagna e averlo tagliato in tre o quattro dischi, con un tagliapasta ricavate dalla fetta superiore e da quella inferiore 8 dischetti con diametro di 10 cm. Inumiditeli con la bagna alcolica e usateli per ricoprire 8 stampini di forma semisferica, quelli usati per lo zuccotto, di 8 cm di diametro. Versate a cucchiaiate la crema diplomatica ormai fredda fino quasi a ricoprire gran parte degli stampini terminate con i ritagli derivanti dalla crosta del pan di spagna sbriciolati grossolanamente con le mani. Trasferite il tutto in frigo per circa 4-5 ore. Nel frattempo riducete a cubetti piccoli o sbriciolate il pan di spagna “giallo” rimasto. Estraete le mini torte dagli stampini da zuccotto, ricopriteli con la chantilly rimasta e distribuitevi sopra le briciole di pan di spagna. Spolverate con lo zucchero a velo e servite subito.

Come conservare la torta mimosa

Per la presenza della crema, la torta mimosa deve essere conservata in frigorifero, appositamente coperta: potrete metterla in un porta torta con coperchio o avvolgerla con della pellicola trasparente per alimenti. Così facendo, potete conservare in frigorifero la vostra torta mimosa per 3 giorni al massimo. In alternativa la torta mimosa si può congelare, intera o già porzionata, ma sempre opportunamente coperta. Il tempo di conservazione in freezer è di circa 1 mese.

Potrebbe interessarti anche

cupcake mimosa con crema

Foto Shutterstock | 5 second Studio

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.