Torta pasqualina

Torta pasqualina

  • media
  • 50 minuti
  • 6 Persone
  • 205/porzione
  • Vegetariana

La ricetta della torta Pasqualina è uno dei capolavori della cucina ligure, una raffinata e perfetta combinazione di bietole, uova, quagliata (un latticino tipico ligure a metà tra la ricotta e lo yogurt), parmigiano e maggiorana, racchiusa tra tante sottili sfoglie di pasta. La ricetta che vi presentiamo qui è quella tradizionale, anche se usa solo 4 sfoglie, e non le mitiche 33, tante quanti gli anni di Gesù (riferimento biblico abbastanza evidente)! La torta pasqualina, come dice il nome stesso, è una ricetta di Pasqua tipica del menù di Pasqua, soprattutto del pranzo di Pasqua.

Ingredienti

  • 1,2 kg di bietole
  • 600 gr di farina Manitoba
  • 500 gr di quagliata
  • 150 gr di parmigiano grattugiato
  • 1 dl di panna liquida
  • 4 uova
  • maggiorana fresca q.b.
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 noce di burro
  • olio d’oliva extra vergine q.b.
  • sale q.b.

Preparazione

tortapasqualina

  1. Fate la fontana con la farina sulla spianatoia, versate al centro 4 o 5 cucchiai da minestra di olio d’oliva e un po’ di sale.

    torta pasqualina 01
  2. Impastate il tutto unendo l’acqua necessaria fino a ottenere una pasta soda ma morbida ed omogenea.

    torta pasqualina 01
  3. Coprite la pasta con una ciotola e lasciatela riposare almeno un’oretta.

    torta pasqualina 01
  4. Nel frattempo,portiamoci avanti con il ripieno. Pulite e lavate le bietole foglia per foglia. torta pasqualina 01

  5. Tagliate le bietole a striscioline e fatele stufare a fuoco dolce aggiungendo un po’ di sale e pochissima acqua, ma solo se serve. Ricordatevi infatti che sono solite perdere acqua durante la cottura

    torta pasqualina 01
  6. Quando le bietole saranno cotte, toglietele dal fuoco e mettetele a scolare.

    torta pasqualina 01
  7. Questo è un momento molto importante nella ricetta della torta pasqualina perché tocca un ingrediente fondamentale di questo piatto tipico della cucina ligure. A questo punto occorre far perdere il siero alla quagliata.

    La quagliata è un latticino tipico ligure sostituibile con un miscuglio di 2/3 ricotta e 1/3 yogurt greco intero
    torta pasqualina 01
  8. Mettete la quagliata su un setaccio e lasciate sgocciolare il siero per almeno mezzora, mescolando di tanto in tanto. Questo consentirà di avere la giusta consistenza

    torta pasqualina 01
  9. Lavate la maggiorana e recuperate le foglioline.

    torta pasqualina 01
  10. Una volta lavata, pestate o tritate la maggiorana assieme allo spicchio d’aglio sbucciato. Cercate di tritare il più finemente possibile

    torta pasqualina 01
  11. Riunite in una ciotola le bietole dopo averle ben strizzate, la maggiorana e 100 gr di parmigiano grattugiato, mescolate e poi aggiustate di sale.

    torta pasqualina 01
  12. Riprendete la pasta, lavoratela qualche minuto e dividetela in quattro palline. Lasciatene tre sotto la ciotola e prendetene una.

    torta pasqualina 01
  13. Usando il matterello stendete la pasta su un ripiano che è stato precedentemente ricoperto di farina per impedire che l’impasto si attacchi. Lavorate l’impasto fino a renderlo una sfoglia sottile.

    torta pasqualina 01
  14. Ungete abbondantemente una teglia con un diametro di circa 30 cm.

    Per avere una torta più alta, potete pensare di scegliere una teglia più piccola
    torta pasqualina 01
  15. Stendete la sfoglia sulla teglia e lasciatela debordare, versateci sopra un po’ di olio e ungetela uniformemente.

    torta pasqualina 01
  16. Preparate una seconda sfoglia, che servirà per chiudere la torta e ponetela sulla prima.

    torta pasqualina 01
  17. Distribuite uniformemente il composto di bietole sulle sfoglie, distribuite un filo d’olio sulle bietole.

    torta pasqualina 01
  18. Mescolate la quagliata ben scolata con la panna e un cucchiaio di farina. Rendete tutto omogeneo

    torta pasqualina 01
  19. Distribuite uniformemente il composto di quagliata sulle bietole.

    torta pasqualina 01
  20. Fate quattro incavi per accogliere le uova nella quagliata.

    torta pasqualina 01
  21. Mettete un pezzettino di burro in ogni incavo, poi rompete le uova e mettetene una in ciascun incavo, salate le uova e cospargetele con il parmigiano rimasto.

    torta pasqualina 01
  22. Stendete un’altra sfoglia e mettetela sopra la torta.

    torta pasqualina 01
  23. Spennellate la sfoglia abbondantemente con dell’olio. Questo servirà a renderla più dorata

    torta pasqualina 01
  24. Stendete l’ultima sfoglia e mettetela sopra la torta.

    torta pasqualina 01
  25. Spennellate anche l’ultima sfoglia con l’olio. La sfoglia sarà così più croccante

    torta pasqualina 01
  26. Ritagliate l’eccesso di sfoglie che usciranno dalla forma della teglia, lasciando 2 dita circa attorno alla teglia.

  27. Arrotolate le sfoglie debordanti formando un cordoncino e sigillando bene; lasciate alla fine un unico punto aperto, in cui farete passare una cannuccia per gonfiare le sfoglie ottenendo la tipica forma.

  28. Sigillate subito anche quest’ultimo punto.

  29. torta pasqualina 01
  30. Cuocete la torta pasqualina in forno caldo a 180 gradi per circa 45 minuti mettendola verso il basso nel forno.

    Se la torta si dovesse abbronzare troppo, coprire con un foglio di alluminio
    torta pasqualina 01
  31. Spennellate ancora la torta pasqualina appena uscita dal forno con un po’ d’olio.

    torta pasqualina 01
  32. Lasciate raffreddare la torta pasqualina e servitela a temperatura ambiente; non preoccupatevi se con il passare delle ore la cupola potrebbe scendere un pochino.

    torta pasqualina 01
  33. Servite la torta pasqualina a fette, come antipasto o come secondo piatto. Ovviamente è perfetta per i picnic, soprattutto per quello di Pasquetta.

    torta pasqualina 01
  34. Ecco una fetta che fa vedere il ricco ripieno della torta pasqualina.

FOTO DI GIeGI

Conservazione della Torta Pasqualina

La Torta Pasqualina è un piatto che può essere consumato caldo ma anche freddo, tenuto coperto fino a tre o quattro giorni in frigorifero. La sua consistenza sarà meno morbida ma il gusto rimane ugualmente delizioso ed adatto a pranzo e a cena. Potrete anche tranquillamente riscaldarla in forno oppure al microonde se siete dei fan dei piatti caldi

Curiosità e storia sulla torta pasqualina

Gli ingredienti della Torta Pasqualina non sono un caso. L’uovo da sempre è il simbolo della rinascita, quindi è stato inserito in una ricetta pasquale non in modo casuale. Una volta la preparazione prevedeva una pasta a 33 sfoglie, di lunga lavorazione, proprio perché era una ricetta per la grande occasione religiosa della risurrezione di Gesù. Le varianti più conosciute, quelle con i carciofi e con gli spinaci, hanno due diverse spiegazioni. La prima era in realtà la ricetta tradizionale che prevedeva l’utilizzo di un ortaggio, i carciofi, di difficile reperimento per il periodo, quindi molto costoso, sostituito, proprio per questo motivo, dagli spinaci o dalle bietole

.

Consigli sulla torta pasqualina

Per quanto riguarda le varianti, la Torta Pasqualina è una ricetta che può avere come unico limite la vostra fantasia. Odiate le bietole? Provate con gli spinaci! Ricordatevi però sempre di lessarli prima di inserirli nell’impasto. Se volete servirla in tavola e lasciare i vostri ospiti a bocca aperta, con gli avanzi della pasta sfoglia potreste anche creare delle piccole decorazioni, magari con un uovo col guscio e la pasta attorno, un po’ come viene fatto per alcune ricette tipiche della tradizione napoletana, tipo il tortano

Parole di GIeGI