Charlotte di zucchine e salmone

Charlotte di zucchine e salmone

  • default-difficolta
  • default-
  • 1 Persone
  • n.d.

charlotte di zucchine e salmone Si possono preparare anche delle charlotte salate, come questa a base di zucchine e salmone; si tratta di un’idea golosa, molto facile da fare, si può preparare con largo anticipo, e vi permette di fare una bella figura anche in un pranzo o cena elegante, soprattutto se le decorate con altro salmone affumicato disposto “artisticamente”. Queste charlotte fatte molto piccole e presentate su piccoli piattini, diventano adatte anche ad un buffet di Primavera.

Ingredienti

  • 200 g. di formaggio morbido tipo robiola o se volete fare la cosa facile tipo Philadelphia
  • 2 fette larghe di salmone affumicato
  • 1 cucchiaino di prezzemolo
  • 1 cucchiaio di menta tritata
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 cipollotti
  • 4 zucchine
  • poco olio
  • sale e pepe nero macinato o pestato al momento q.b.

Preparazione

Lavate, asciugate le zucchine poi tagliatele a fette per il lungo piuttosto sottili. Fatele cuocere delicatamente in una padella con un filo di olio e poi lasciatele raffreddare.  
Rivestite quattro stampini con la pellicola alimentare, e dopo con le fette di zucchine facendole debordare.  
Pulite e lavate l’aglio ed i cipollotti e tritate il tutto finemente. Mescolate il formaggio con il trito usando una forchetta, poi unitevi le erbe aromatiche (menta e prezzemolo), il salmone tagliato a striscioline, e un po’ di sale e pepe.  
Distribuite il composto all’interno degli stampini, ripiegate le fette delle zucchine e poi la pellicola alimentare, chiudendo bene. Mettete in frigorifero per almeno 12 ore.  
Al momento di servire sformate le charlotte su piattini individuali, a piacere potete emettere sotto a specchio un po’ di salsina di peperoni rossi (peperoni cotti al forno e frullati con poco olio, sale e pepe) o di pomodoro, altrimenti potete decorare con qualche fettina di salmone affumicato disposta in modo decorativo.  
Foto da a33.idata.over-blog.com

Parole di GIeGI

Da non perdere