Pasta cacio e pepe

ricetta pasta cacio e pepe

La ricetta della pasta cacio e pepe fa parte dell’antica tradizione culinaria laziale e chi è stato a Roma a mangiare nelle trattorie o nei ristoranti di cucina tipica locale lo sa bene. Nei menu dei primi piatti romani la pasta cacio e pepe è sempre proposta tra le pietanze classiche come la gricia, l’amatriciana e la carbonara. Di sicuro possiamo affermare che è una delle ricette di cucina povera che dobbiamo alla tradizione pastorale laziale – abruzzese: proprio sui monti di questa splendida regione infatti, durante i periodi di pascolo, i pastori si portavano dietro l’essenziale per nutrirsi, ovvero pasta secca, pepe nero e pecorino a volontà. Ecco allora la ricetta della pasta cacio e pepe, che badate bene non è una semplice pasta condita col formaggio. Scoprite perché.

Ingredienti

Ingredienti per la pasta cacio e pepe (dosi per 6 persone):

  • 600 grammi di pasta
  • 300 grammi di pecorino romano semi – stagionato grattugiato
  • Pepe nero, mezzo cucchiaino a testa
  • Sale

Preparazione

Per ottenere una pasta cacio e pepe perfetta bisogna non solamente condire la pasta cotta con il formaggio grattugiato, ma miscelare poca acqua di cottura della pasta (ricca di amido) con il formaggio, in modo che questo si sciolga a formare una specie di crema, che è poi la particolarità di questa ricetta. Quindi procedi in questo modo:

  1. In una terrina abbastanza capiente metti tutto il formaggio e il pepe nero macinato, o meglio pestato nel mortaio al momento.

  2. Cuoci la pasta in acqua bollente salata, scolala al dente con un mestolo forato per mantenere l’acqua di cottura.

  3. Versa la pasta nella terrina e aggiungi immediatamente un mestolo scarso di acqua bollente avanzata dalla cottura della pasta.

  4. Mescola velocemente in modo che il formaggio si sciolga con l’acqua. Se necessario aggiungine.

  5. Servi immediatamente in un piatto possibilmente caldo e spolverando con altro pepe nero.

Quale tipo di pasta usare?

La ricetta originale della pasta con cacio e pepe alla romana prevede l’utilizzo degli spaghetti, anzi degli spaghettini, rigorosamente misura 5. Negli anni poi le varianti sono diventate infinite, anche perchè nella cucina di ogni giorno spesso si prepara con quello che c’è in dispensa. Sono conosciute quindi versioni in cui si utilizzano i rigatoni o addirittura c’è chi usa la pasta all’uovo come ad esempio i tagliolini o gli spaghetti alla chitarra che favorirebbero la cremosità di questo semplice e nutriente primo piatto.


Foto di naotakem

Mar 13/03/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Remo 14 marzo 2012 18:59

“Cuoci la pasta in acqua bollente salata”
50 grammi di pecorino per ogni etto di pasta significa un mucchio di sale.
(Solo) per questo piatto, non metterei sale nell’acqua di cottura

Rispondi Segnala abuso
Rosella Fanfoni
Rosella Fanfoni 12 novembre 2012 15:56

sono d’accordo con Remo: tanto pecorino e niente sale.

Rispondi Segnala abuso
Seguici