Crostata senza burro

Crostata senza burro

Tempo:
50 min
Difficoltà:
Facile
Porzioni:
8 Persone
Calorie:
219 Kcal/Porz

    La ricetta della crostata senza burro è perfetta se avete intenzione di preparare una crostata in versione light. L’ingrediente principale della crostata è la pasta frolla e resterete sorpresi nello scoprire che potete ottenere una frolla friabile e gustosa utilizzando l’olio al posto del burro. Non ci credete? Provate a preparare questo dolce e capirete. Eliminando il burro, darete un taglio netto anche alle calorie così da gustare la crostata senza troppi sensi di colpa. Peraltro, la crostata senza burro è perfetta per coloro che sono intolleranti al lattosio. Noi la abbiamo farcita con una marmellata di fragole, ma potete scegliere la marmellata o la crema che amate di più. Vediamo insieme come realizzare questa crostata leggera, dorata e friabile.

    Ingredienti

    Ingredienti Crostata senza burro per otto persone

    • 300g di farina
    • 100g di zucchero
    • 1 cucchiano di lievito per dolci
    • 1 pizzico di sale
    • 2 uova
    • 100g di olio di semi
    • 250g di marmellata di fragole
    • q.b. zucchero a velo

    Ricetta e preparazione

    Come fare la Crostata senza burro

    Crostata senza burro

    Iniziate la preparazione dedicandovi alla pasta frolla all’olio: su una spianatoia formate una fontana con la farina, lo zucchero, il cucchiaino di lievito ed il pizzico di sale. Al centro versate l’olio di semi e rompete le due uova.

    Crostata senza burro

    Incorporate le uova e l’olio alle polveri impastando con le mani fino ad ottenere un panetto di pasta frolla liscio ed omogeneo. A differenza della tipica frolla al burro, quella all’olio richiede una lavorazione ancora più breve. Coprite il panetto di impasto con della pellicola trasparente e ponetelo in friogrifero a riposare per circa mezz’ora.

    Crostata senza burro

    Trascorso il tempo necessario, prelevate la pasta frolla dal frigo, infarinate leggermente una spianatoia e stendete la pasta frolla con l’aiuto di un matterello. La sfoglia dovrà essere spessa circa 1 cm. Ricordate di tenere da parte una piccolo pezzo di frolla per la decorazione.

    Crostata senza burro

    Avvolgete la pasta frolla stesa intorno al matterello e foderatevi uno stampo da crostata da 24cm di diametro. Fate aderire bene la pasta allo stampo, pareggiate i bordi e poi bucherellate la frolla con una frochetta. In questo modo la pasta non si gonfierà in cottura.

    Crostata senza burro

    A questo punto prendete la marmellata di fragole, o quella che preferite, e versatela nel guscio di pasta frolla. Livellatela in modo omogeneo con il dorso di un cucchiaio.

    Crostata senza burro

    Dedicatevi alla decorazione stendendo l’altro pezzo di pasta frolla. Noi abbiamo realizzato la decorazione ottenendo delle stelline di frolla con l’apposito stampino. Se preferite, decorate la crostata con le classiche strisce.

    Crostata senza burro

    Fate un giro di stelline di pasta frolla lungo tutto il bordo della crostata e cuocete per 30 minuti in forno preriscaldato a 180°.

    Crostata senza burro

    Lasciate raffreddare la crostata a temperatura ambiente prima di sformarla. Spolverate poi con dello zucchero e velo e gustate la crostata senza burro.

    Consigli

    Servite questa crostata leggera accompagnata con una pallina di gelato alla vaniglia oppure con una tazza di tè ai frutti rossi. Potete aromatizzare l’impasto della frolla con della buccia grattugiata di un limone non trattato oppure con un pizzico di cannella.

    Varianti

    La crostata senza burro è sicuramente più leggera rispetto a quella tradizionale. Tuttavia, se non volete rinunciare a un tocco di golosità farcite la crostata senza burro con della Nutella o della crema pasticcera. E anche se avete problemi di diabete, non rinunciate ad una crostata buona e sana seguendo alla lettera la nostra ricetta della crostata senza zucchero.

    Conservazione

    Conservate la crostata senza burro per 4 giorni al massimo. Potete anche congelarla dopo la cottura e il raffreddamento.

    VOTA:
    4.6/5 su 6 voti