Baccalà pil pil

Baccalà pil pil

  • default-difficolta
  • default-
  • 1 Persone
  • n.d.

Il baccalà pil pil deve il suo nome al suono che produce durante la cottura; infatti mentre il baccala’ cuoce nell’olio profumato dall’aglio e dal peperoncino si sente, o si dovrebbe sentire, “pil pil” . Comunque il risultato è il baccalà ricoperto da una saporita salsina molto densa e molto profumata.

Ingredienti

  • 4 pezzi di baccalà (intendiamo il merluzzo salato) di circa 8 x 8 cm. e molto spesso, almeno 3 cm., ma più è alto più il risultato sarà buono
  • 250 cc. circa di ottimo olio d’oliva extra vergine
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 pezzetto più o meno grande di peperoncino rosso piccante (fresco se possibile)

Preparazione

 
Mettete il baccala’ ad ammollare per almeno 48 ore in acqua fredda, cambiandola frequentemente (consigliamo di ammollarlo in un contenitore a chiusura ermetica riposto in frigorifero).  
Pulite, affettate gli spicchi di aglio e fateli dorare nell’olio assieme al peperoncino, in una casseruola, possibilmente di terracotta, in cui i pezzi di baccalà stiano senza sovrapporsi ma abbastanza di misura). Quando l’aglio è dorato, toglietelo assieme al peperoncino e mettetelo da parte.  
Lasciate raffreddare l’olio, e poi metteteci i pezzi di baccalà (con la pelle in basso). A questo punto inizia il difficile, dovete far cuocere il baccalà a fuoco moderato (il baccalà non deve friggere) muovendo la casseruola e il suo contenuto in modo che l’olio e il liquido gelatinoso emesso dal baccalà si emulsionino e si trasformino in una specie di maionese.  
Quando il baccala’ è cotto disponetelo in 4 piatti e ricopriteli con la salsina. Decorate con l’aglio e il peperoncino fritti in precedenza.  
La ricetta è difficile e molte volte potreste trovarvi con una salsina non ben montata, in questo caso adottate il trucco classico che consiste semplicemente nel montare la salsina con una frustina dopo aver tolto i pezzi di baccalà.  
Foto da www.tienda.com, www.herreromalaga.com, mallorcaphotoblog.files.wordpress.com

Parole di GIeGI

Da non perdere