Spaghetti alla carbonara

Spaghetti alla carbonara

Tempo:
30 min
Difficoltà:
Facile
Porzioni:
4 Persone
Calorie:
579 Kcal/Porz

    La ricetta degli spaghetti alla carbonara è una delle più note ricette di pasta della cucina romana. Si tratta di un piatto povero, dalle origini controverse, la cui versione originale prevede l’utilizzo come ingredienti di uova, guanciale e pecorino romano grattugiato. Come per tutti i piatti della tradizione culinaria italiana, esistono però diverse varianti alla pasta alla carbonara classica, che includono l’uso di ingredienti non previsti dalla versione originaria della ricetta, come la panna o la pancetta. Il formato di pasta più comune sono gli spaghetti, ma non è raro trovare ottimi piatti di pasta alla carbonara in cui viene utilizzata pasta corta come rigatoni o penne.

    Ingredienti

    Ingredienti Spaghetti alla carbonara per quattro persone

    • 400 g. di spaghetti
    • 4 uova
    • un cucchiaino di olio d'oliva extra vergine
    • pepe nero macinato o pestato al momento q.b.

    Ricetta e preparazione

    Come fare gli Spaghetti alla carbonara

    Tagliate il guanciale a striscioline spesse 1 o 2 centimetri.

    carbonara1

    Mettete intanto a bollire abbondante acqua per gli spaghetti, calcolando i tempi in modo che gli spaghetti siano cotti nel momento in cui tutte le altre preparazioni (doratura del guanciale, crema di uova e pecorino) saranno pronte. Salate l’acqua ma moderatamente, ricordando che il guanciale è abbastanza saporito e darà sapidità al piatto.

    carbonara6

    Servendovi preferibilmente di una frusta a mano, sbattete le uova con quasi tutto il pecorino (il resto servirà a condire a crudo la pasta) in una ciotola bella capiente, in cui dovrete poi versare gli spaghetti cotti per condirli con la crema di uova e pecorino. Se volete, aggiungete un po’ di pepe.

    Consiglio:

    Aggiungete qualche cucchiaio di acqua di cottura, per rendere il composto di uova e pecorino cremoso e fluido al punto giusto.

    carbonara3

    Fate dorare il guanciale in una padella con pochissimo olio. Il fuoco deve essere moderato, perché dovrete fare in modo che il guanciale diventi croccante ma non secco. Ci vorranno più o meno 10 minuti.

    carbonara7

    Scolate la pasta un minuto prima del dovuto, e fatela saltare il minuto restante nella padella con il guanciale.

    carbonara10

    Ora versate gli spaghetti nella ciotola con le uova, mescolando velocemente e con un minimo di energia; in questo modo le uova cuoceranno amalgamandosi con gli altri ingredienti e si trasformeranno in una morbida crema senza grumi. Se vi sembrerà poco cremosa, potrete aggiungere qualche cucchiaio di acqua di cottura.

    spaghetti alla carbonara

    Servite subito gli spaghetti alla carbonara, spolverando ogni piatto con il pecorino rimasto e del pepe nero macinato o pestato al momento.

    Le varianti

    Ogni ricetta tradizionale ha mille varianti, e questo accade anche per la pasta alla carbonara, dove le varianti si caratterizzano per l’aggiunta o la sostituzione degli ingredienti. Prima di tutto esiste il partito della pasta alla carbonara con la panna (preparata sostituendo un uovo con un dl. di panna liquida); si tratta di una versione ingentilita, più cremosa e con un sentore meno accentuato di uovo. Anche per quello che riguarda il formaggio c’è chi usa metà parmigiano e metà pecorino, e in questo caso il gusto diventa meno deciso. Il guanciale, che si ottiene dalla guancia del maiale, può essere sostituito dalla pancetta, che invece si ottiene dalla parte grassa della pancia, che deve essere rigorosamente non affumicata e tesa, e mai e poi mai si deve usare la pancetta affettata a macchina. Ci sono anche opinioni diverse sul tipo di pasta da usare per la carbonara: oltre agli spaghetti sono ottimi i bucatini, e rimanendo sulla pasta lunga, anche le fettuccine si prestano bene a essere condite alla carbonara. A Roma è comune che vengano serviti i rigatoni.

    Le origini

    La pasta alla carbonara è una ricetta romana, di sicuro recente poiché se ne hanno notizie solo a partire dal secondo dopoguerra, ma la sua origine è alquanto controversa, e ci sono almeno tre teorie plausibili. Piatti di pasta conditi con i prodotti della pastorizia ed agricoltura, come uova e pancetta o lardo, erano comuni sulle montagne abruzzesi, e degli sfollati li hanno scoperti e portati a Roma alla fine della guerra. Una seconda ipotesi dice che gli osti romani per sfamare i soldati americani, ispirati dall’idea che a colazione mangiavano uova e pancetta, abbiano proposto loro la pasta condita con questi ingredienti, e visto il successo la ricetta si è diffusa. La terza ipotesi dice che la pasta alla carbonara si preparava nelle osterie romane da sempre, ma solo nel dopoguerra la ricetta divenne nota al grande pubblico, perchè entrò in ricettari stampati (notare come nell’edizione del 1930 del libro di Ada Boni sulla cucina regionale non sia menzionata, mentre in edizioni più recenti invece c’è).

    Le ricette ispirate alla carbonara

    Concludiamo presentandovi alcune ricette di pasta ispirate alla carbonara: recentemente alcuni tra gli chef più creativi si sono fatti ispirare dalla ricetta tradizionale della carbonara e propongono varianti interessanti:

    VOTA:
    3.7/5 su 19 voti