Funghi porcini: come conservarli con i consigli furbi di Benedetta Rossi

Come conservare i funghi porcini

Come conservare i funghi porcini - buttalapasta.it

È tempo di funghi porcini, vediamo come conservarli nel migliore dei modi seguendo i suggerimenti e i consigli di Benedetta Rossi.

Se siete amanti dei funghi porcini freschi e vi piace andare per boschi a cercarli per raccoglierli oppure avete la fortuna di conoscere qualcuno che ve li regala potete usarli in cucina in tantissimi modi. Certamente li potete anche comprare. Ma se voleste conservarli a lungo senza che perdano il loro aroma? Ecco come è possibile fare delle conserve con i funghi porcini in modo semplice e veloce.

Seguiamo alcune dritte che la nota food blogger Benedetta Rossi ha voluto condividere con i suoi lettori. Prima di vedere come conservare i funghi porcini ricordate di avvolgerli in carta da giornale con il cappello rivolto in giù, così se dentro ci sono parassiti o insetti tenderanno ad uscire. E ora ecco come fare ottime conserve di funghi porcini.

Come conservare i funghi porcini freschi

Prima di pensare a come conservare i funghi porcini occorre pensare alla loro pulizia. Dato che si tratta di un prodotto abbastanza delicato, che si caratterizza per il suo aroma intenso, è bene non lavarli sotto l’acqua. Per eliminare la terra sul gambo spazzolateli delicatamente con uno spazzolino o un pennello e bagnate un canovaccio usandolo, dopo averlo strizzato, per rimuovere le eventuali impurità.

conserve di funghi porcini

Come conservare i funghi porcini freschi o cotti – buttalapasta.it

Se avete di intenzione di usarli entro 24 ore ad esempio per fare i funghi porcini fritti, le tagliatelle ai funghi oppure il classico risotto ai funghi porcini, allora potete riporli semplicemente in dei sacchetti di carta. Evitate accuratamente la plastica.

Riponete i funghi porcini freschi in frigorifero nel ripiano più basso, in modo che siano sempre ad una temperatura ottimale. Non fateli stare in frigo più di tre giorni, cercate di consumarli prima perché più tempo passa e più perdono l’aroma. Altrimenti potete preparare queste conserve sia se sono freschi, se avete già fatto i porcini secchi oppure se li avete cotti.

Potete per comodità conservare i funghi porcini in freezer per poi poterli usare in tutte le ricette con i funghi più sfiziose. Dopo averli puliti dalla terra tagliateli a cubetti o a fettine e riponeteli in sacchetti per alimenti togliendo tutta l’aria interna. In questo modo durano fino a 3 mesi.

Se invece li cucinate, ad esempio facendo un sugo di funghi o i funghi trifolati, li potete congelare già pronti e in questo caso li dovete consumare entro un mese. Per scongelarli metteteli in frigo dalla sera prima. Infine potete fare i funghi sott’olio per garantirvi una conserva genuina e appetitosa da usare come antipasto per le occasioni speciali!

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrive per il web dal 2007 di cronaca italiana ed estera, politica e costume. La sua passione è la buona cucina, non solo le ricette della tradizione gastronomica italiana e internazionale ma anche piatti originali e particolari. Divide il tempo libero tra musica, cinema, libri e fumetti d'autore.

Potrebbe interessarti