Cappelletti

piatto di cappelletti conditi con formaggio

Foto Shutterstock | Afanasieva

  • media
  • 1 ora
  • 4 Persone
  • 289/porzione

Presentiamo la ricetta dei cappelletti romagnoli, un primo piatto classico per il menu del pranzo di Natale da fare in anticipo o per tante altre occasioni festive. Si tratta di una pasta fresca all’uovo ripiena che fa parte della tradizione culinaria dell’Emilia Romagna, e noi abbiamo scelto la ricetta originale dei cappelletti di un grande gastronomo romagnolo: Pellegrino Artusi. Infatti questa è la ricetta dei cappelletti che arriva dritta dritta dal suo celebre libro La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene.

Ingredienti

  • farina 300 gr
  • uova 3 + 1 e un tuorlo per il ripieno
  • ricotta vaccina 180 gr
  • petto di cappone (o pollo) oppure carne magra di maiale 100 gr
  • formaggio parmigiano grattugiato 40 gr
  • noce moscata qb
  • buccia di limone grattugiata mezzo cucchiaino
  • sale qb
  • pepe macinato al momento qb
  • burro 1 noce

Preparazione

  1. Ecco i passaggi della preparazione della ricetta dei cappelletti. Se non usate delle carni già cotte, ad esempio lessate o arrosto, cuocete il petto di cappone o il maiale con poco burro, un po’ di sale e un po’ di pepe.

  2. Passate il petto di cappone al tritacarne due volte. Se volete seguire le indicazioni originali tritatelo finemente usando la mezzaluna, non usate un frullatore, finireste con produrre l’omogeneizzato di cappone che darà una pessima consistenza al ripieno dei cappelletti.

  3. Aggiungete la ricotta sgocciolata, l'uovo intero e il tuorlo (tenete da parte l'albume per la sfoglia), il formaggio parmigiano, la noce moscata e la buccia di limone grattugiata. Mescolate il tutto per ottenere un composto ben amalgamato. Infine aggiustate di sale e pepe e mettete in frigo questo ripieno.

  4. A questo punto dedicatevi a preparare la pasta all'uovo mescolando la farina con tre uova e il bianco avanzato dalla preparazione del ripieno.

  5. Stendete la sfoglia usando il mattarello oppure l’apposita macchinetta (la nonna papera) e con un tagliapasta, o con un bicchiere, ritagliate dei cerchi di circa 6 cm di diametro.

  6. Mettete un pochino di ripieno al centro di ciascun cerchio. Piegate ogni cerchio a metà, premete il centro per far uscire l'aria e sigillate i bordi premendo con le dita. Poi unite le estremità di questa mezzaluna, ricongiungendole e premendo ancora una volta. Se la pasta fosse un po’ secca, bagnate i bordi dei cerchi con dell'acqua usando un pennello.

  7. I vostri cappelletti sono pronti, per i consigli su come condirli e portarli in tavola continuate a leggere, mentre se volete surgelarli, metteteli su un vassoio infarinato, fateli congelare e poi trasferiteli in un sacchetto per alimenti. Al momento di consumarli buttateli nel brodo o nell'acqua bollente senza prima scongelarli.

Ricetta dei cappelletti in brodo o al sugo

tagliere con cappelletti freschi fatti a mano

Foto Shutterstock | Odu Mazza

I cappelletti in brodo di cappone o di pollo è la ricetta originale, si usa il brodo in cui è cotto il cappone che serve per fare il ripieno. Potete anche seguire la ricetta del brodo di carne o del brodo vegetale. Ad ogni modo potete servire i cappelletti anche accompagnati con un pezzetto di burro e da parmigiano grattugiato ma senza salvia o altri aromi. Altra variante è condire i cappelletti al ragù.

Qual è la differenza tra cappelletti e tortellini?

ricette veloci con tortellini bolognesi

Foto Shutterstock | barbajones

La differenza sta nella dimensione, nel ripieno e nel buco. Infatti i tortellini sono chiusi intorno a un dito e sembrano un piccolo ombelico, mentre il cappelletto si chiude unendo le due estremità, e ricorda un cappello, come indica il nome.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.