Come conservare le melanzane

Tutti i consigli su come conservare le melanzane sia crude che cotte per poterle riutilizzare durante il periodo invernale!

come conservare le melanzane

Le melanzane sono un ortaggio dell’estate, per questo motivo si è spesso alla ricerca di un metodo per poterle conservare per il periodo invernale. Oltre a preparare la classica conserva sottolio, le melanzane possono essere congelate sia crude che cotte, oppure possono essere protagoniste di altri piatti da congelare, come la parmigiana o una crema di melanzane adatta a condire la pasta. Che siano grigliate o fritte non ci sono assolutamente problemi: abbiamo raccolto per voi tutti i consigli su come conservare le melanzane nei migliori dei modi e poterle scongelare nel momento del bisogno! Scopriamo insieme come fare.

Come conservare le melanzane in frigorifero

melanzane da conservare
Foto Shutterstock | from my point of view

Se avete intenzione di utilizzare le melanzane nel giro di qualche giorno, allora potete tranquillamente conservarle in frigorifero. Vi basterà posizionare le melanzane all’interno del cassetto riservato alle verdure. Attenzione, però, agli ortaggi o i frutti che producono etilene, in particolar modo alle pere, pesche, prugne: questo gas potrebbe far maturare prematuramente l’ortaggio.

Anche se avete preparato un piatto a base di melanzane, come una parmigiana o la pasta al forno, potete coprire il piatto con della pellicola per alimenti e consumarlo il giorno dopo.

Come conservare le melanzane in freezer

melanzane grigliate da conservare

Il primo passo da fare per congelare le melanzane lavate e pulite è sbollentarle per qualche minuto. Dopodiché trasferitele in un contenitore colmo di acqua fredda e, una volta raffreddate, trasferitele in un sacchetto di plastica per alimenti da congelare. In questo modo potete riutilizzare le vostre melanzane congelate entro 6 mesi.

Se, invece, volete conservare delle melanzane grigliate, allora inseritele all’interno di un sacchetto dividendo ogni fetta con della pellicola trasparente. Per poterle riutilizzare, vi basterà ripassarle in padella per qualche minuto ancora congelate.

Per quanto riguarda le melanzane fritte potete congelarle tranquillamente solo dopo averle posizionate su della carta assorbente per ben due volte. Trasferitele all’interno di un sacchetto o un contenitore e tiratele fuori un’ora prima di doverle utilizzare. Ovviamente, vi suggeriamo di friggerle in base alla ricetta che andrete poi ad utilizzare una volta scongelate le melanzane.

Un altro metodo per conservarle è la preparazione sotto sale: quindi, prendete le melanzane lavate e pulite, tagliatele a fette e sbollentatele per circa 2 minuti in acqua salata. Lasciatele scolare all’interno di uno scolapasta con un peso sopra per almeno 12 ore; dopodiché, tamponate le fette di melanzane e inseritele all’interno di un barattolo sterilizzato. Procedete con il classico procedimento per una conserva e posizionate le melanzane sotto sale in un luogo fresco e asciutto.

Come conservare le melanzane sottolio

melanzane sottolio come conservarle
Foto Shutterstock | istetiana

Una delle conserve più amate dagli italiani, le melanzane sottolio si preparano in men che non si dica e garantiscono un sapore delizioso e delicato allo stesso tempo. È un ottimo rimedio per poterle conservare per tutto l’inverno e avere sempre a portata di mano un contorno coi fiocchi da servire insieme ad un piatto a base di carne o pesce.

Come conservare le melanzane crude

conservare le melanzane crude
Foto Shutterstock | stockcreations

Se volete evitare la cottura prima di congelarle, potete tranquillamente lasciare le melanzane crude. Quindi, lavate l’ortaggio ed eliminate l’estremità; dopodiché, tagliatele piccole a cubetti oppure a fette non eccessivamente sottili e posizionate le melanzane non cotte all’interno di un sacchetto per alimenti o un contenitore di vetro. In questo modo potete riutilizzare le vostre melanzane quando desiderate per qualsiasi ricetta! Vi basterà tirarle fuori dal congelatore e cucinarle nell’immediato.

Ti potrebbe interessare anche:

Parole di Chiara Ricchiuti

Classe 1996, sono Chiara, da sempre affascinata dal web e dal blogging. Se mi chiedessero di descrivermi in tre aggettivi userei i seguenti: sognatrice, curiosa e determinata.