Come cucinare il farro: guida, trucchi e segreti per portare in tavola questo cereale antico

Vediamo in questa guida come cucinare il farro e renderlo protagonista dei nostri piatti. Sia esso decorticato, perlato o precotto, vediamo come prepararlo al meglio in tantissime ricette, dalle insalate alle zuppe.

insalata di farro con verdure

Foto Shutterstock | Antonmaria Galante

Come cucinare il farro in maniera appetitosa? Tale cereale, che rappresenta una delle più antiche varietà di frumento coltivata dall’uomo, non si discosta poi molto dal grano, con il quale ha in comune parecchie delle proprietà nutritive. Sarebbe un vero peccato non portarlo spesso in tavola e provarlo nelle ricette più svariate. Il farro si può infatti usare come ingrediente principale nei primi piatti ma può essere il protagonista anche di insalate, polpette, zuppe e tanto altro. Insomma, il farro si presta a ricette veramente allettanti. Scopriamone di più.

Che benefici ha il farro? Il farro è un cerale che apporta proteine e rappresenta un alimento particolarmente versatile. Ricco di vitamine e di sali minerali è, allo stesso tempo, povero di grassi. Contiene anche un’alta quantità di selenio che contrasta i radicali liberi e ha proprietà lassative, motivo per cui è molto indicato nelle diete. Contiene, tuttavia, una percentuale di calorie non indifferente: si stima ne abbia circa 340 per 100 gr di prodotto. Vediamo come usarlo in cucina.

Farro, quale scegliere? Le tipologie in commercio

farro in chicchi, come cucinare il farro
Foto Shutterstock | Katrinshine

Esistono diverse tipologie di farro in commercio: i più comuni sono il farro monococco (piccolo), il farro dicocco (generalmente chiamato solo ‘farro’) e il farro spelta, conosciuto come spelta. Il farro dicocco a loro volta si differenzia in farro perlato, farro decorticato e farro precotto che ha bisogno di pochissimi minuti per essere pronto da mangiare.

Il farro decorticato è quello ”integrale”, in sostanza, che conserva la pellicola intorno al chicco. Il farro perlato ha invece subito una ulteriore lavorazione per eliminare la crusca intorno al chicco, particolare che rende il cereale meno prezioso a livello nutrizionale ma ha il vantaggio di avere un tempo di cottura ridotto (oltre a non avere bisogno di ammollo).

Il farro precotto, come dice il nome, ha subito un processo di precottura che consente di prepararlo in un tempo minore rispetto al cereale normale.

Preparazione: l’ammollo prima della cottura

zuppa di farro
Foto Shutterstock | marco mayer

L’ammollo prima della cottura è necessario soltanto per il farro grezzo, integrale ossia decorticato, che è più secco rispetto al perlato. Quindi se avete tra le mani un pacco di farro perlato o di farro precotto potete procedere alla cottura immediatamente, senza ammollo. In caso di farro decorticato bisogna lavarlo per eliminare le impurità e procedere ad ammollo di almeno 8/12 ore in abbondante acqua fredda e cottura di 1 ora o più.

Come si cuoce il farro: acqua fredda o calda?

Insalata di farro greca
Foto Shutterstock | Mariya Volik

Il farro si cuoce in abbondante acqua bollente salata ed è sempre preferibile cuocere questo cereale a parte, per poi essere unito agli altri ingredienti, in base alla ricetta che si vuole realizzare.

Come cucinare il farro perlato

insalata di farro zucchine peperoni e prosciutto
Foto Shutterstock | marco mayer

Come cucinare il farro perlato? Come abbiamo detto, il farro perlato non va messo in ammollo, essendo stato privato precedentemente di parte del rivestimento esterno. Quindi ha bisogno di una bollitura di circa 30-40 minuti. Tale tipologia va semplicemente sciacquata sotto l’acqua corrente e successivamente lessata in acqua bollente salata. Per ridurre notevolmente i tempi di cottura, il farro perlato può essere cotto all’interno della pentola a pressione. In questo caso saranno sufficienti 15 minuti dal momento del fischio.

Come cucinare il farro decorticato

insalata di farro e ceci
Foto Shutterstock | AlessandraRC

Il farro secco o decorticato necessita, per sua natura, di un lungo ammollo in acqua a temperatura ambiente prima della cottura. Tenetelo a bagno per almeno 12 ore, tutta la notte praticamente, quindi procedete con la lessatura in acqua bollente salata per almeno un’ora. Trascorso questo lasso di tempo potrà essere gustato nella ricetta prescelta.

Come cucinare il farro precotto

insalata di farro orzo e frutti di mare
Foto Shutterstock | Fotografiche

Il farro precotto cuoce in soli 10 minuti, generalmente. Le confezioni del cereale riportano solitamente i tempi ed i metodi di cottura suggeriti: leggete attentamente le indicazioni al momento dell’acquisto.

Come condire il farro

insalata di farro con tonno
Foto Shutterstock | Alessio Orru

Condire il farro è semplice perché è un ingrediente molto versatile che si abbina a qualsiasi tipo di sapore e condimenti. Un esempio molto semplice è olio di oliva extravergine e formaggio grattugiato. Ma in realtà potete usare qualsiasi tipo di ingrediente usato nelle insalate: formaggi come feta, mozzarella, emmental, ricotta o yogurt greco. E ancora, qualsiasi tipo di verdura, cruda o cotta, lessata o grigliata. Provatelo anche con pesce o carne, come salmone, tonno, tacchino o pollo.

Come cucinare il farro in insalata

insalata di farro e verdure
Foto Shutterstock | Lazhko Svetlana

Cucinare il farro in insalata è un ottima idea per presentare in tavola una variante gustosa al posto del riso e dell’orzo. L’insalata di farro è ottima da preparare in estate e gustare fredda, ma non disdegnatela anche durante il resto dell’anno, perché potete servirla anche come antipasto stuzzicante. Pratica da trasportare e da consumare anche fuori casa, si presta anche ai pasti in ufficio. Ecco le migliori ricette da fare!

Insalata di farro estiva

Insalata estiva di farro: le ricette più sfiziose
Foto Shutterstock | Luca Santilli

L’insalata di farro fredda è un piatto unico perfetto per chi desidera mangiare qualcosa di gustoso ma con un occhio alla salute e alla forma fisica. Il farro, infatti, è un cereale indicato nelle diete perché ha meno calorie rispetto agli altri cereali ed ha un alto potere saziante.

Insalata di farro con pesto

Insalata di farro e pesto
Foto Shutterstock | svariophoto

L’insalata di farro e pesto è facilissima da fare, condita con pomodorini e pesto con basilico alla genovese è un’esplosione di bontà, fresca ed estiva, perfetta per il pranzo o la cena quando le temperature sono altissime.

Insalata di farro e zucchine

Insalata di farro e verdure
Foto Shutterstock | JJava Designs

Anche l’insalata di farro e zucchine è perfetta per un pranzo estivo ricco di sapore ma leggero, un’idea perfetta, anche per un picnic e il pasto in ufficio. La ricetta è davvero facile e abbastanza veloce se si usa il farro perlato.

Insalata di farro e gamberetti

Insalata di farro e gamberetti
Foto Shutterstock | Giancarlo Polacchini

L’insalata di farro e gamberetti è un piatto estivo fresco, leggero e adatto al pranzo in famiglia così come a quello tra amici. Potete usare sia gamberetti freschi che surgelati, per fare questo piatto sfizioso ideale da gustare anche all’aria aperta al posto dell’insalata di riso.

Insalata di farro e polpo

primo piano di insalata di farro e polpo
Foto Shutterstock | Marco Fine

Infine, ecco una ricetta prelibata e speciale per un piatto degno del pranzo della domenica: l’insalata di farro e polpo che con la sua abbondanza di ingredienti può essere servita anche come piatto unico.

Zuppa di farro: le ricette più sfiziose

zuppa di farro e legumi fagioli e lenticchie
Foto Shutterstock | barbajones

Comfort food da non sottovalutare, la zuppa di farro classica è un piatto appagante e corroborante. Sana e gustosa, la zuppa può essere arricchita con gli ortaggi di stagione a disposizione sul momento per avere una zuppa di farro e verdure gustosa. Con la zucca, ad esempio, si ottiene una versione altamente adatta alle stagioni fredde. In estate, invece, perché non realizzarla con le zucchine servendola tiepida?

Anche il farro con ceci è appagante e nutriente. Fornisce energie, proteine vegetali e vitamine per un pieno di benessere, e si presta all’alimentazione di vegetariani e vegani. Ottima anche con la zuppa di farro e lenticchie in abbinamento ad altri tipi di legumi.

Farina di farro: come utilizzarla in cucina

Torta di farro rettangolare
Foto Shutterstock | Grezova Olga

La farina di farro viene utilizzata, come la farina di grano, per fare pane al farro, pizza e focacce, ma anche dolci come torte, crostate e biscotti come i superbi biscotti etruschi, con uvetta, miele e olive. Con la sua semola si può preparare un’ottima pasta fatta in casa.

Verdure: i migliori abbinamenti con il farro

Zuppa di farro e verdure
Foto Shutterstock | marco mayer

Per quanto riguarda le verdure da abbinare al farro dobbiamo dire che non ci sono limiti. Il farro sta bene con tutte le verdure, con cui dona vita a primi piatti sani, leggeri, adatti a chi ami seguire un tipo di alimentazione variegata. Ottimo con zucca, carote e patate ma anche con peperoni, fagiolini, pomodorini, zucchine e melanzane grigliate.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Potrebbe interessarti