Come cucinare con il wok: i consigli e le ricette per usarlo al meglio

Vediamo insieme come si usa il wok per cucinare le verdure e tanti altri piatti sfiziosi, come antipasti, primi e secondi a base di carne e di pesce, non solo della cucina cinese. Con il wok, infatti, potete saltare in padella, friggere, cuocere al vapore e in umido tutto quello che la vostra fantasia vi suggerisce. Provate le nostre ricette facili e veloci!

cucinare saltare in padella con wok

Foto Shutterstock | IVASHstudio

Siete tentati di comprare un wok e non sapete da che parte iniziare? Oltre a vedere i modelli migliori da acquistare su Amazon vi diamo alcuni consigli su quale tipo scegliere e come cucinare con il wok tante sfiziose ricette, non solo cinesi, usando questo tegame a metà tra una pentola e una padella. Se scegliete un wok originale vedrete che è caratterizzato dalla perfetta forma semisferica, in pratica non ha un fondo piano, quindi non è assolutamente adatta ai piani con fornelli a induzione. Ci sono ovviamente delle eccezioni, i wok con fondo piano si possono usare anche sul piano a induzione. Intanto, prima di proseguire, ecco i migliori modelli di wok che si possono comprare online su Amazon:

Di seguito andiamo invece ad approfondire come si cucina con il wok, i diversi tipi di cottura, le ricette più buone da provare e come fare la corretta manutenzione del vostro wok. A proposito vi consigliamo di usare utensili come spatole in acciaio per pentole in metallo o spatole in silicone per quelle antiaderenti, che non danneggino le pareti della vostra nuova padella.

Come cucinare con il wok: i metodi

cucinare con wok
Foto Shutterstock | Nitr

Cucinare con il wok ci permette di preparare piatti velocemente, in modo sano e saporito usando pochi condimenti. I materiali possono variare, dai tradizionali in acciaio all’acciaio inox, dalla ghisa all’alluminio antiaderente o con rivestimento in ceramica. A seconda dei modelli questa pentola può variare di diametro e di peso, arrivando a pesare anche fino a due chili. Questi modelli di solito hanno un’impugnatura supplementare – ossia due manici – per aiutare i cuochi a maneggiarli.

Ma come si usa il wok? Per spadellare, prima di tutto, cioè per cucinare in maniera veloce le verdure, la carne, il pesce. La sua particolare forma bombata, infatti, rende perfetta la cottura dei cibi nelle ricette veloci, anche perché arriva facilmente ad alte temperature e le mantiene costanti. Ma oltre a saltare gli alimenti, con il wok potete anche friggere, cuocere al vapore oppure in umido. Vediamo come.

Usare il wok per saltare i cibi

saltare i cibi con il wok
Foto Shutterstock | Jag_cz

Dunque il wok è una padella speciale, quasi un tegame, certamente è uno strumento eccellente per cucinare in modo salutare eliminando o comunque riducendo al massimo i grassi. Saltare i cibi con il wok diventa facilissimo e velocissimo. Ecco le ricette con cui provarlo.

Riso basmati alla cantonese

Il riso alla cantonese è famoso in tutto il mondo, ma con il wok potete preparare qualsiasi tipo di risotto tradizionale italiano, usando i vostri ingredienti preferiti.

Noodles saltati

I tipici spaghetti asiatici saltati nel wok, come vuole la tradizione. La ricetta originale è con carne di maiale e verdure, ma in Cina questo piatto è preparato anche come idea anti spreco, ossia per riutilizzare gli avanzi. Potete farla con quello che trovate nel frigorifero!

Pollo alle mandorle

Un secondo delizioso velocissimo da preparare, il pollo alle mandorle è arricchirlo da germogli di bambù e il tutto è legato da una crema alla salsa di soia molto saporita.

Friggere con il wok

Pastella con la tempura: le ricette
Foto Shutterstock | sasaken

Le fritture di pesce, di carne o di verdure, così come le frittelle e la tempura, saranno eccezionali se fatte con il wok. Grazie alla sua forma avrete il vantaggio di poter usare meno olio rispetto a un tegame o a una padella. Provatelo con tutte le vostre ricette preferite, cominciando da queste:

Wonton fritti

I wonton sono dei saccottini gustosi farciti con carne tritata o pesce, ma anche con tante verdure. Dopo essere stati fritti nel wok, di solito sono serviti come antipasto.

Frittelle di baccalà

Si possono cuocere con il wok anche le tradizionali frittelle di baccalà in pastella, gustosi, saporiti, perfetti da servire come antipasti o secondi piatti sfiziosi.

Anelli di calamari fritti

Sono irresistibili, i calamari fritti piacciono proprio a tutti con il loro guscio croccante fuori che nasconde la polpa morbida all’interno. Sono ideali da inserire in un menu speciale!

Cuocere a vapore con il wok

cucinare a vapore con wok
Foto Shutterstock | Alvaro German Vilela

Il vostro wok può fungere anche da vaporiera. Basta riempirla parzialmente di acqua bollente e adagiare all’interno l’apposita griglia per la cottura a vapore oppure un cestino di bambù sorretto da bacchette di legno. Poi occorre disporre i cibi scelti sulla griglia e coprire tutto con un coperchio adatto. Se usate griglie a colonna ponete sui reparti più alti la carne e il pesce, su quelli più bassi le verdure o i cibi che hanno bisogno di alte temperature come i ravioli, i panini ecc.

Nuvole di drago

Sono famosissimi stuzzichini tipici nei ristoranti cinesi e sono preparati con un impasto a base di gamberetti. Provate a farli a casa, diventeranno i vostri snack preferiti!

Jiaozi

I classici ravioli cinesi ripieni di carne o verdure e cotti al vapore, molto popolari in Cina, ma anche in Giappone e Corea. Possono essere anche cotti direttamente nel wok, bolliti o cotti sulla piastra.

Pesce al vapore

Per questa ricetta del pesce al vapore potete usare il branzino, l’orata o altri tipi di pesci a carne bianca. Se volete potete accompagnare il tutto con un’insalata di verdure al vapore.

Cottura in umido con il wok

cucinare con il wok
Foto Shutterstock | Maren Winter

Cuocere in umido con il wok è un gioco da ragazzi. Potete soffriggere o saltare gli ingredienti scelti per poi farli cuocere lentamente unendo acqua o brodo. Così porterete in tavola brasati, stufati, verdure in umido con o senza pomodoro.

Fagiolini all’uccelletto

Ottimo contorno a base di fagiolini e pomodoro, i fagiolini all’uccelletto sono una ricetta perfetta da fare con il wok per sperimentare in cucina, soprattutto se siete alle prime armi.

Pollo al curry

Questo secondo piatto a base di petto di pollo si prepara in maniera facile e veloce con il wok, provatelo come secondo per una cena speciale.

Maiale vietnamita (Thit Heo Kho Kho)

Ecco un ottimo modo di presentare la carne di maiale in maniera originale e diversa, una ricetta tradizionale davvero saporita e facile da fare!

Come pulire il wok

come pulire il wok
Foto Shutterstock | DonyaHHI

Per lavare il vostro wok in acciaio o ghisa non usate il sapone o altri detersivi più o meno delicati, né pagliette abrasive. Potete usare una miscela di bicarbonato e aceto. Non mettete le padelle di questo materiale in lavastoviglie. Rischiate di farle arrugginire. I wok in questi materiali vanno trattati come le comuni padelle in ferro.

Vanno lavate velocemente in acqua calda, asciugate perfettamente e oleate prima di essere messe a riposo. Discorso a parte va fatto per le pentole in alluminio rivestite o per quelle in acciaio inox, per le quali si può usare poco sapone e spugnette morbide, ma mai pagliette di metallo o di plastica abrasiva, perché si rovinerebbe la superficie e guasterebbe il sapore del cibo!

Dopo le prime cotture, sulla padella si formerà la cosiddetta wok hay, cioè una pellicola scura composta di olio e residui di cottura che caratterizza il vostro wok. I cinesi la chiamano ”respiro del wok”. È la sua energia e non va assolutamente eliminata perché oltre a donare al cibo un sapore caratteristico rende la padella perfettamente antiaderente senza il rischio che venga attaccata dalla ruggine.

Preparare il wok all’uso

verdure in padella wok
Foto Shutterstock | Joshua Resnick

Dobbiamo fare una premessa, però, da leggere prima di usare un wok. Se utilizzate un wok in acciaio, a meno che non sia indicato diversamente sul prodotto acquistato, dovete rimuovere la pellicola antiruggine prima di utilizzare la padella per la prima volta. Questo si fa facendo bollire nel wok acqua e bicarbonato per 15 minuti. Svuotatelo e rimuovete la pellicola.

Poi occorre stagionare il metallo. Dopo aver asciugato il wok da eventuali residui di acqua, passatelo con della carta da cucina intrisa di olio, finché il wok resterà pulito. Infine rimettetelo sul fuoco per un altro quarto d’ora, in modo che assorba l’olio. Non preoccupatevi se fa fumo. Prima di utilizzare il wok per cucinare la prima volta, ripetete l’operazione.

Anche se utilizzate il wok in ghisa va fatta la stagionatura, per far formare la patina antiaderente e poterlo usare in cucina. Strofinate l’interno con olio, mettete il wok vuoto sul fornello acceso per 10 minuti. Ripetete per 3 volte. La ghisa non va abrasa con spugne ruvide. Per pulire il wok eliminate i residui di cibo, lavate con uno strofinaccio inumidito e rivestite le pareti del wok con olio passando ovunque un po’ di carta da cucina imbevuta.

Potrebbe interessarti anche

cucina cinese piatti tipici e specialita
Foto Shutterstock | Elena Eryomenko

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.