Pan di Spagna

Pan di Spagna

Tempo:
1 h
Difficoltà:
Facile
Porzioni:
6 Persone
Calorie:
280 Kcal/100gr

    La ricetta del pan di Spagna rappresenta un classico senza tempo. E’ insostituibile rientrando di diritto tra le preparazioni base della nostra pasticceria. Se può essere gustato solo, il pan di spagna morbido è ottimo semplicemente tagliato a quadrotti e spolverato di zucchero a velo (meglio se appena sfornato), e può costituire un ottimo punto di partenza per ottenere dei dessert adatti alle più disparate occasioni. La ricetta classica del pan di spagna può, infatti, essere farcita con creme di ogni tipo, da quella bianca a quella al limone, dalla panna montata alla Nutella. Grazie alla sua versatilità, il pan di Spagna, facile da preparare, costituisce la base della maggior parte delle torte di compleanno. Realizzatelo il giorno precedente: dopo un adeguato riposo sarà più semplice tagliarlo ed evitare che si sbricioli. Il pan di Spagna può essere anche consumato per colazione: inutile dire come risulti adatto all’inzuppo nel latte o nel té. Alla base di un risultato impeccabile sta l’utilizzo di materie prime di qualità: utilizzate solo prodotti selezionati e uova fresche. Ecco a voi la ricetta originale senza lievito.

    Ingredienti

    Ingredienti Pan di Spagna per sei persone

    • 160 gr di farina
    • 6 uova
    • 1 pizzico di sale
    • 160 gr di zucchero
    • burro per imburrare la teglia

    Ricetta e preparazione

    Come fare il Pan di Spagna

    Riunite sul piano di lavoro tutti gli ingredienti necessari per la preparazione del pan di Spagna.

    Pesateli tutti per rendere più agevole la realizzazione del dolce.

    Preriscaldate il forno a 170°C in modalità statica.

    Imburrate ed infarinate (in alternativa rivestitela di carta forno) una teglia tonda di 24-26 cm di diametro, preferibilmente con apertura a cerniera.

    Variante:

    In mancanza utilizzatene una comune

    Sgusciate le uova dividendo gli albumi dai tuorli: versateli in due ciotole distinte, entrambe abbastanza capienti.

    pan di spagna1

    Unite lo zucchero in quella contenente i tuorli ed iniziate a lavorare con l’aiuto delle fruste elettriche o, in alternativa, con quelle manuali.

    Ottenuto un composto gonfio, chiaro e spumoso, tenetelo da parte.

    Lavate le fruste, asciugatele bene e versate all’interno della ciotola contenente gli albumi un pizzico di sale.

    Montate con le fruste elettriche gli albumi a neve ferma.

    pan di spagna2

    Incorporate questi ultimi ai tuorli, versandoli a cucchiaiate ed amalgamandoli con movimenti lenti e delicati dal basso verso l’alto, per non farli smontare.

    Per un risultato ottimale, utilizzate un cucchiaio di legno al posto di quello in metallo.

    pan di spagna3b

    Setacciate la farina 00 ed unitela, poco alla volta, sul composto di uova incorporandola con movimenti graduali.

    pan di spagna4

    Versate quanto ottenuto all’interno della tortiera precedentemente preparata e livellatene bene la superficie con una spatola.

    Ponete la teglia a cuocere nel forno caldo per circa 30-35 minuti. Non aprite lo sportello del forno prima del tempo previsto, altrimenti il dolce si sgonfierà.

    Una volta che la superficie risulta dorata e gonfia potete controllare lo stato della cottura: inserite uno stecchino al centro del dolce: estraendolo dovrà restare asciutto.

    Sfornate il dolce e fatelo raffreddare completamente prima di estrarlo dallo stampo.

    pan di spagna5

    Una volta freddo toglietelo dalla teglia con molta attenzione per non farlo rompere.

    Spolveratelo a piacere con dello zucchero a velo e tagliatelo a fette, quindi servitelo.

    pan di spagna6

    In alternativa tagliatelo ottenendo dei dischi, quindi farcitelo e decoratelo a piacere.

    Come conservare il pan di Spagna

    pan di spagna avanzato

    Il pan di Spagna è un dolce caratterizzato da una lunga durata. Rimane inalterato più a lungo rispetto a molte altre torte.

    Può essere conservato a temperatura ambiente per 4 giorni. Avvolgetelo in un canovaccio pulito o ponetelo in un contenitore a chiusura ermetica, in modo che non prenda aria. Prestate attenzione a tale accortezza, in caso contrario il dolce potrebbe seccarsi prima del tempo.

    In alternativa il pan di Spagna può essere congelato. Tagliatelo a fette, avvolgetele con della pellicola trasparente e riponetelo nelle buste di plastica per alimenti adatte al congelatore.

    Come conservare il pan di Spagna farcito

    pan di spagna farcito

    Avete farcito il pan di Spagna ma ne è avanzata qualche fetta? Niente paura: ponetela in un piatto, copritela con cura con della pellicola trasparente e trasferitela in frigo.

    Al suo interno si conserverà senza problemi per un paio di giorni. Trascorso tale lasso di tempo perderà sicuramente la sua freschezza, meglio mangiarlo prima.

    Quanti giorni prima si può preparare il Pan di Spagna

    pan di spagna con crema

    Se dovete realizzare un pan di Spagna da farcire ma dovete organizzarvi per tempo, potrete prepararlo anche un paio di giorni prima. Avvolgetelo bene con un canovaccio pulito e tenetelo in un luogo abbastanza asciutto e fresco ma lontano da correnti di aria.

    Durante questo tempo potrebbe seccarsi leggermente ma non abbiate timore: al momento della farcitura potrete inumidirlo a dovere con una bagna, alcolica o meno, a seconda dei gusti.

    Come farcire il pan di Spagna

    pan di spagna farcia

    Inutile dire come il pan di Spagna possa essere farcito con numerose creme, tutte golose e pronte a trasformarlo, di volta in volta, in un dessert adatto alle più disparate occasioni.

    La più utilizzata è, probabilmente, la crema pasticcera, con la quale si può dare vita a torte spettacolari: pensate, ad esempio, alla torta con crema e fragole, un must! La crema chantilly, caratterizzata da una consitenza vellutata, si presta allo stesso modo, specie se abbinata a della frutta fresca tagliata a cubetti.

    Anche la crema pasticcera al cioccolato risulta sempre gradita ed è in grado di accontentare i più golosi.

    Non dimenticate, infine, la crema al limone: è ottima per ottenere dei dessert farciti da inserire nell’ambito di menù a base di pesce.

    Come bagnare il Pan di Spagna

    bagna pan di spagna

    Essendo particolarmente spugnoso, il pan di Spagna richiede di essere bagnato con cura prima della farcia, per non incorrere nel rischio di ottenere un risultato non soddisfacente.

    Le possibilità di scelta sono diverse, a seconda del risultato desiderato. La bagna classica vuole uno sciroppo di acqua e zucchero fatti bollire insieme ed aromatizzati con liquori vari.

    Ottima è anche una bagna al limone o all’arancia, specie quando si ricorre alla crema pasticcera per la farcia. Spremete due agrumi e raccoglietene il succo in un pentolino con dello zucchero a piacere: fate bollire, quindi spegnete la fiamma ed unite del limoncello o del liquore all’arancia. Fate raffreddare prima dell’utilizzo.

    Che ne dite di una bagna al caffè? Si accompagna bene con una crema al caffè o al cioccolato.

    Con i bambini è sempre meglio optare per qualcosa di sicuro gradimento: se il latte al cacao è il massimo, anche i succhi di frutta risultano adatti a tale esigenza.

    Come tagliare il pan di Spagna

    tagliare pan di spagna

    E’ il cruccio di chiunque si appresti a preparare una torta decorata: come si taglia il pan di Spagna in maniera impeccabile, tanto da fare invidia alle migliori pasticcerie? L’obiettivo è ovviamente quello di ottenere dei dischi, due o più, perfettamente uguali in quanto a spessore.

    Per portare a termine l’impresa, dovete fare raffreddare completamente il dolce, in caso contrario potrebbe sbriciolarsi irrimediabilmente rendendo vano il tentativo. Procuratevi quindi un coltello a lama lunga o del filo di nylon appositamente venduto presso i negozi specializzati.

    Sistematelo su un vassoio piano ed incidete, man mano, i bordi dello stesso alla medesima altezza, ma senza andare verso il centro: dovrete creare una sorta di guida. Incisa tutta la circonferenza potrete entrare con il coltello o con il filo e procedere con molta attenzione. Durante tale operazione tenete ben saldo il dolce ponendo sulla sua superficie la vostra mano.

    Origini del pan di Spagna

    pan di spagna

    Il pan di Spagna ha origini antiche. Si narra che risalga addirittura a metà Settecento. La sua creazione sarebbe opera del cuoco Giobatta Cabona il quale, volendo fare colpo sulla corte spagnola presso la quale era stato mandato, ideò proprio il dolce che oggi conosciamo.

    Consigli per un ottimo pan di Spagna

    pan di spagna alto

    A differenza di quanto si pensi, la preparazione del pan di Spagna non richiede l’utilizzo del lievito. Anche se è presente in diverse ricette tanto da rappresentare una sorta di scorciatoia per ottenere un ottimo risultato, va ad alterare il sapore del dolce rendendolo artificiale.

    Forse non tutti lo sanno, ma per preparare un pan di Spagna alto e soffice è necessario solo avere molta pazienza. Il segreto del suo successo sta nel lavorare a lungo, per almeno 20 minuti, il composto di uova e zucchero (specie se decidete di non separare tuorli ed albumi ma di utilizzarle intere).

    Il calore del forno durante la cottura permette all’aria incorporata durante la sbattitura di espandersi regalando al pan di Spagna un volume quasi triplicato.

    Utilizzate solo la classica farina 00 che permette di sfornare un dolce caratterizzato da un impasto soffice e friabile, qualità che non si otterrebbero ricorrendo a farine ben più ricche di glutine.

    Varianti del pan di Spagna

    pan di spagna al cacao

    Il pan di Spagna al cacao si prepara sostituendo a parte della farina, 30 gr circa, la stessa quantità di cacao amaro in polvere. Setacciatelo bene prima di unirlo al composto per evitare la formazione di grumi.

    Il pan di Spagna senza glutine, invece, adatto agli intolleranti ed ai celiaci, si prepara utilizzando la farina di riso unitamente alla fecola di patate. Il risultato sarà un dolce altrettanto soffice e piacevole al palato.

    Il pan di Spagna cotto all’interno di una teglia quadrata o rettangolare molto ampia permette di ottenere la pasta biscuit, ovvero la base per la realizzazione dei rotoli farciti.

    Una volta fredda farcitela con della marmellata o della Nutella, quindi arrotolatela bene e trasferitela in frigo fino al momento di servirla.

    Photo by Karen / CC BY

    Photo by Dewl Sandra / CC BY

    Photo by Taiwanese Pinkie / CC BY

    Photo by Peter Water / CC BY

    Photo by Giovanna / CC BY

    Photo by Ricette Bimby / CC BY

    Photo by Sharon / CC BY

    Photo by PaintpotsandDaydreams / CC BY

    VOTA:
    4.5/5 su 4 voti

    Speciale Natale